Ricorderete certamente la vicenda del piccolo Andrea Loris Stival di Santa Croce Camerina (Ragusa), a causa della quale è finita in carcere la madre Veronica, sospettata di infanticidio. La giovane donna appare molto provata anche dalla separazione dal secondogenito di 4 anni, che non può vedere trovandosi ristretta in carcere. Il bimbo è stato fidato al papà, l'autotrasportatore Davide Stival, che si trova in una situazione davvero difficile vista la tragica morte di Loris e la permanenza in carcere della moglie che sta logorando i nervi di un'intera famiglia precipitata in breve tempo in un incubo.

Due visioni ormai troppo distanti

L'uomo negli ultimi mesi ha spesso chiesto a Veronica Panarello di dire la verità e di liberarsi di un peso insostenibile, confessando il turpe delitto.

Veronica però si dichiara tenacemente non colpevole e tra i due nel tempo si è andata aprendo una frattura che appare non più sanabile. Come sapete, a inchiodare la donna, ci sono i filmati ripresi dalle telecamere presenti nel territorio di Santa Croce Camerina che raccontano una verità ben distante dalle parole della giovane donna, che ha sempre affermato di avere regolarmente accompagnato Andrea Loris a scuola come tutti i giorni. Nel frattempo la situazione della donna sta peggiorando, poiché le sue condizioni di salute destano più di qualche preoccupazione, visto che la madre di Loris avrebbe accusato un malore, forse causato dalla sua ostinata rinuncia al cibo o comunque a un'alimentazione regolare.

Veronica: situazione difficile per la madre di Loris

Secondo le ultime notizie Veronica Panarello avrebbe deciso di rompere i rapporti col marito, visto che l'uomo sembra essere contro di lei in questa triste storia.

I migliori video del giorno

Altri familiari di Veronica le hanno invece dimostrato vicinanza, ad esempio il padre e la sorella che le hanno fatto visita in più di una occasione facendole cosa gradita. Veronica Panarello non porterebbe più all'anulare la fede nuziale a dimostrazione che il suo matrimonio sembra giunto al capolinea.