L'ironia ed il sarcasmo siciliano hanno conquistato la platea di "Eccezionale Veramente" . Roberto Lipari è il vincitore della prima edizione del talent show di La 7 dedicato alla comicità. Il giovane ha riscosso i consensi dei giurati. Il palermitano ha incassato gli elogi anche di Pupi Avati. Una sottile ma ficcante ironia puntando sulle quotidiane vicissitudini umane. Lipari è riuscito a strappare sorrisi e complimenti dai giurati della trasmissione televisiva condotta da Gabriele Cirilli.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Pochi dei protagonisti del talent sono riusciti a strappare i sorrisi di Diego Abatantuono, Selvaggia Lucarelli e Paolo Ruffini. Dopo tanta gavetta tra locali e piazze della sua Sicilia il giovane cabarettista ha conquistato la ribalta nazionale grazie al programma televisivo in onda su La 7.

"Più emozionante del rigore realizzato da Grosso"

Lipari ha frequentato il Laboratorio Artistico di Zelig ma solo grazie al talent griffato Diego Abatantuono è riuscito a mettere in mostra il suo talento al Bel Paese. "L'emozione supera quella del rigore realizzato da Grosso. Molti mi chiedono se lo sapessi prima ma l'ho scoperto stasera con voi". Roberto Lipari è espressione della comicità tradizionale siciliana. Il palermitano non ha saputo trattenere la commozione quando il conduttore del programma televisivo ha pronunciato il suo nome al momento della proclamazione del vincitore. Al secondo posto si sono classificati la "coppia aperta" Ghetti e Baldieri che, al termine della loro esibizione, hanno ricevuto gli elogi convinti di Selvaggia Lucarelli.

Ghetti e Baldieri conquistano il secondo posto

La "mistress" e la masochista hanno conquistato i seguaci del programma televisivo con storie piccanti ed esilaranti.

I migliori video del giorno

Terzo posto per Giovanni D'Angella, il poliedrico cabarettista da tempo trasferitosi a Milano. Quest'ultimo ha commentato con una battuta il terzo posto conquistato ad "Eccezionale Veramente": "Vedendo le nostre facce in Televisione qualcuno avrà pensato che eravamo tesi ed emozionati. Personalmente la mia espressione è dovuta al fatto che non avevo nessuna voglia di stare in piedi".