Si chiama narcos. È questo il nome della serie televisiva più amata del 2016. Dopo il fenomeno "Stranger Things" che ci ha tenuti incollati allo schermo, l'estate è stata caratterizzata dal ritorno di Pablo Escobar nella seconda stagione di Narcos. La serie tv creata da Chris Brancato, Carlo Bernard e Doub Miro per Netflix ha avuto un immediato successo: la prima stagione ha ottenuto una risposta di pubblico sopra ogni aspettativa e la seconda, uscita il 2 settembre, è già stata idolatrata.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Anticipazioni Tv

I 10 episodi nuovi sono diversi rispetto ai precedenti: non manca il fiato sospeso, non mancano i morti e gli omicidi a sangue freddo, ma ci si concentra di più su quell'umanità che il narcotrafficante Pablo Escobar sembrava avesse perso per sempre.

Ci sono momenti di tenerezza inaspettata, attimi in cui quasi ci si schiera dalla parte di Pablo, salvo poi aspettare pochi istanti e rendersi conto che resta un narcos privo di scrupoli.

Narcos rinnovato per altre due stagioni

Chi avesse già finito anche la seconda stagione e, da vero telefilm addicted, fosse preoccupato per come trascorrere le serate autunnali che ci si prospettano, può tirare un sospiro di sollievo: Narcos è stata rinnovata per una terza e quarta stagione che arriveranno nel 2017Sono in molti però a chiedersi se le prossime stagioni saranno un salto nel passato della vita di Pablo, uno spin-off di qualche personaggio cui ci siamo affezionati particolarmente, oppure si dedicheranno a qualche personaggio nuovo. 

Forse non è un caso che in questa seconda stagione siano stati inseriti personaggi nuovi di diversi cartelli della droga colombiani e che gli sceneggiatori li abbiano analizzati molto bene, creando una ovvia empatia, in qualche caso, con alcuni di essi.

I migliori video del giorno

Del resto, i primi rumors parlano di una terza stagione incentrata sulla lotta al cartello di Cali, guidato dai fratelli Gilberto e Miguel Rodríguez Orejuela, ma nulla è confermato.

Una cosa è certa però: la storia di Pablo Escobar non è mai stata raccontata con così tanta dovizia di particolari, attenzione e portata mondiale. Sebbene siano fatti reali modificati ai fini drammatici il quadro complessivo della vita in Colombia negli anni '80 forse non era mai stato così chiaro a nessuno.