#Matteo Renzi sarebbe finito a gambe all'aria nel tentativo di scalciare un pesce che era planato sulla barca dei leader. Suscita reazioni di ilarità sui social la notizia, riportata da Rachele Nenzi su Il Giornale, che il premier Renzi durante il meeting #g20 di Hangzhou avrebbe rimediato una caduta nel tentativo di rigettare in mare, calciandolo, un pesce che era saltato sulla barca dove si erano riuniti i potenti del mondo. Una scena degna di un film comico - ed in rete si sprecano gli accostamenti a Mr Bean - che fortunatamente non ha avuto conseguenze, se non quella di strappare sorrisi.

A rivelarlo il quotidiano inglese The Independent

La scena è stata resa nota dal giornale britannico The Independent, che racconta di come un pesce di enormi dimensioni sarebbe planato sull'imbarcazione, cogliendo di sorpresa i partecipanti all'importante meeting.

Si è venuta a creare una situazione di scompiglio, fino a quando Renzi ha deciso di intervenire in prima persona, cercando di rigettare in acqua il pesce: ma è scivolato sul terreno bagnato, finendo per terra.

Le precedenti gaffe di Renzi

Da quando Renzi ricopre l'incarico di premier, sono state diverse le gaffe internazionali che lo hanno visto protagonista, alcune delle quali sono sfociate in parodie virali sul web, come quando in occasione della visita del segretario di Stato americano John Kerry a Roma o all'evento Digital Venice, di Venezia si è esibito in un inglese piuttosto stentato. La parodia "Shish the world" del celebre youtuber Christian Ice, ha superato quota 7 milioni di visualizzazioni in poco più di 2 anni. Altro motivo di critica nei confronti del premier è stato l'uso del cellulare durante conferenze stampa o incontri con autorità di altre nazioni, tra cui il leader russo Putin.

I migliori video del giorno

Anche in questi casi l'ironia della rete non si è fatta attendere, e su Youtube si sprecano le parodie. Dopo una breve pausa di sobrietà durante i governi Monti e Letta, con Renzi sembra di essere tornati ai tempi di Berlusconi, dove dopo ogni evento internazionale anziché discutere del merito degli incontri, a farla da padrone erano le gaffe: dalle barzellette a contenuto erotico, a quando definì "abbronzato" il presidente americano Obama. I nostri politici sembrano mettercela tutta per distinguersi all'estero.