Bosco Cobos è uno dei concorrenti più simpatici e amati di questa prima edizione del Grande Fratello Vip. Nato a Malaga il 16 ottobre del 1986, può essere considerato un artista a tutto tondo, con un curriculum di tutto rispetto: in Spagna ha lavorato in televisione, in radio e a teatro, mettendo in atto i suoi studi di arte drammatica, insegna recitazione, ha pubblicato due libri e scrive per la rivista Malagada EDN, mentre in Italia ha acquistato notorietà dopo la sua presenza in studio durante l'undicesima edizione dell'Isola dei famosi, in supporto a Jonás Berami, concorrente del reality e attore de ‘Il Segreto’.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Grande Fratello

Da quel momento in poi, grazie ai suoi siparietti e il suo modo di vestire eccentrico, Bosco ha guadagnato sempre più notorietà sul piccolo schermo italiano, recandosi più volte in qualità di ospite a Pomeriggio 5 e Grand Hotel Chiambretti.

 

Il pubblico italiano lo ama, e più volte, da quando ha iniziato la sua permanenza nella casa del Grande Fratello Vip,  gli ha dimostrato il suo appoggio e la sua solidarietà, attraverso Instagram e Twitter, dove il giovane spagnolo risulta essere uno dei vip più seguiti in assoluto. Bosco sembra infatti non aver preso molto bene la "reclusione" nella casa, che pare aver accentuato ancora di più l'indole fragile del talentuoso spagnolo.

Russo Vs Cobos al Grande Fratello Vip

Che il gossip e lo scandalo siano due dei motivi che hanno portato all'ideazione del Grande Fratello è un dato di fatto, come può essere considerata una certezza il superamento del limite da parte di alcuni dei concorrenti dell'edizione vip, Clemente Russo in primis. Resosi protagonista fin dal suo ingresso della casa di episodi alquanto spiacevoli, il pugile, che potrebbe essere il responsabile della chiusura anticipata del programma da parte del Codacons, è anche uno dei motivi dell'attuale stato psicologico di Bosco Cobos, sempre più spesso preda di crisi di pianto.

I migliori video del giorno

Le prese in giro omofobe di Clemente Russo e Costantino Vitagliano, di recente alla ribalta delle cronaca, hanno non soltanto offeso l'artista spagnolo, a cui, sulle prime, non era chiaro il vero significato dell'epiteto "friariello" - che gli era stato dato Russo - ma hanno anche fatto si che a Bosco tornasse alla mente tutto il dolore dovuto alle offese omofobe e al bullismo, subito durante il periodo della scuola e più in generale negli anni dell'adolescenza, provocandogli una forte crisi di ansia e pianto.

Tutti per Bosco nella casa del Grande Fratello Vip

Ma il dolore dovuto al diverbio con Clemente Russo non sembra essere l'unica cosa che turba Bosco Cobos, che di recente è stato vittima di una nuova crisi di pianto. La reclusione nella casa sembra infatti non far bene al ragazzo, provocandogli attacchi d'ansia, come l'ultimo che lo ha visto rifugiarsi in lacrime nella sua camera da letto.

Ai suoi compagni d'avventura ha spiegato di essere particolarmente in pensiero per il suo futuro, per l'impressione che sta dando alle persone nel suo ruolo di concorrente del Grande Fratello Vip, ma soprattutto per quello a cui andrà incontro a gioco finito.

Molto belle le parole di Valeria Marini, con cui Bosco ha legato molto in questi giorni, e che lo ha esortato a calmarsi ricordandogli alcune delle sue qualità più belle, come la simpatia. A prima vista Bosco sembra stare meglio, ma che sia arrivato il momento che gli autori e Ilariy Blasi indaghino meglio sullo stato d'animo del concorrente, prima che la situazione gli sfugga di mano?