L'ex concorrente del Grande Fratello 9 torna alla carica. Dopo le polemiche esternazioni sul Karma “dell'amatriciana” e il “panino al ciauscolo”, un salame tipico marchigiano, che ha intossicato cinque cittadini romani in un noto locale della capitale, Daniela Martani svela di essere innamorata follemente di madre natura. La popolare “passionaria” diventata il simbolo della lotta dei dipendenti Alitalia nella vicenda del 2008, si confessa ecosessuale. La Martani, ospite di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano, spiega come la natura sia un'ottima amante e moltiplicatrice di erotismo per gli ecosessuali e aggiunge: -”Anche San Francesco parlava alle piante, ai fiori e gli alberi”-.

L'ecosessualità

Una volta esisteva il tradizionale rapporto sessuale tra uomo e donna che tutti conosciamo. Con il tempo sono arrivati i pansessuali, i poliamorosi, gli asessuati, ecc., ora, la nuova tendenza sono gli ecosessuali. Uomini e donne che fanno l'amore proprio con la natura. L'obiettivo? Rendere la terra sexy ed attraente, come si predica negli Eco Sexy Symposium. Come raggiungono il piacere? Anzitutto amano a dismisura la natura, quale creazione divina di Dio. Quindi ritengono che fare l'amore sporcandosi di terra, abbracciare e baciare gli alberi o rotolarsi nell'erba fresca, coccolarla, sia altamente erotico e raggiungere l'orgasmo strusciandosi su tutto ciò che è natura rappresenta il più grande dono che possano offrire.

Daniela è anche vegana

“Ho smesso di mangiare carne a 17 anni”- prosegue Daniela Martani nel racconto della propria vita.

I migliori video del giorno

Dall'esperienza Alitalia, passando per la fugace apparizione nel GF alle lotte a fianco del popolo vegano, o meglio contro i carnivori. Quest'ultimi tante volte stuzzicati sui social con pesanti riferimenti circa l'uccisione di innocenti animali, o le temerarie sortite che riguardano l'utilizzo di particolari conservanti sulle carni. Ma tornando alla dichiarata ecosessualità, si dice fiera di sé e di non essere toccata dalle critiche.