Ieri pomeriggio, 27 novembre, a Domenica Live,tra i vari ospiti di Barbara D'Urso c’è stato anche Gigi D’Alessio.

Il dibattito ha avuto inizio con la trattazione di tematiche di profilo più leggero, la sua storia d’amore con Anna Tatangelo, la sua carriera ecc. per poi passare a trattare l’argomento principale dell’incontro: il motivo del suo scontro con Valeria Marini, ovvero il debito che il cantante ha con la donna, pari a circa 200.000 euro.

Dovrà cantare per 15 anni per sanare i debiti?

Gigi D’Alessio ci ha tenuto a specificare la sua posizione in merito alla questione; ha precisato che la situazione è stata notevolmente ingigantita dai media e dai giornali, inoltre, ha dichiarato di non aver mai rilasciato l’intervista al Corriere della Sera in cui ha dichiarato di essere diventato così povero da dover cantare gratis per 15 anni per poter sanare tutti i suoi debiti, ha smentito categoricamente questa affermazione pubblicata nei giorni passati.

Valeria Marini vuole più di ciò che le spetta

Poi si è passati a parlare di Valeria Marini, ma anche in questo caso, il cantante napoletano è sembrato alquanto reticente, ha dichiarato, infatti, di non voler entrare troppo nel merito della questione dal momento che la donna di cui si parlava non era presente in studio, tra l’altro, provava anche un forte rammarico nel dover dire cose negative sulla donna che ha battezzato suo figlio.

Tuttavia, dal dibattito con Barbara D'Urso è emerso un particolare molto importante. Stando a quanto è stato dichiarato da Gigi D’Alessio pare che la Marini stia un po’ barando; a parere del cantante la donna sta chiedendo più soldi di quelli che in realtà le spetterebbero.

A sostenere la donna, generando per lei un enorme vantaggio, c’è il suo avvocato che risulta essere uno dei più bravi e più costosi in Italia.

Gigi ha affermato di essere stanco di tutta questa situazione, al punto che ha deciso di delegare la presa di decisioni sul caso al suo avvocato. Nel frattempo continuerà a svolgere il suo lavoro che è, a detta sua, la sua vita.

Segui la nostra pagina Facebook!