Ancora sette giorni e poi calerà definitivamente il sipario. Sale l’attesa per la penultima puntata di Squadra Antimafia 8, in programma questa sera alle ore 21:20 come sempre su Canale 5. Tra le tante emozioni e i colpi di scena, il pubblico è pronto a gustarsi un finale di stagione imperdibile. Gli interrogativi sono pronti a trovare finalmente una risposta, lasciando incredulità tra i numerosi appassionati della serie. Abbiamo visto nel recente episodio di fine ottobre la morte di Patrizia.

Un gesto che mai nessuno si sarebbe immaginato quello di Ulisse Mazzeo, colpevole della scomparsa della giovane per salvaguardare la propria incolumità.

Fatale sarà la coltellata al ventre che vedrà la ragazza cadere a terra tra le braccia di Nigro. Adesso che la ballerina è fuori dai giochi, il boss di Catania è pronto a dare il via al summit per l’affare dell’uranio impoverito. Al suo fianco ci sarà anche il figlio, ovvero Filippo De Silva, diventato Leone.

Squadra Antimafia 8: ecco cosa accadrà questa sera

Vietato però dimenticarsi della concorrenza, ovvero Rachele Ragno e Saverio Torrisi, pronti a mettere in atto la propria vendetta nei confronti di padre e figlio. Rachele infatti non sembra avere limiti, tanto da essersi rafforzata in seguito alla morte di Corda. Nella puntata di questa sera vedremo però che sarà scoperta dall’ex membro di Crisalide, il quale punterà la pistola dritta verso la donna. De Silva non sembra intenzionato a fare sconti, soprattutto dopo le vicende passate.

I migliori video del giorno

Spontaneo sorge l’interrogativo: sarà davvero la fine per l’ultima dei Ragno ancora in circolazione?

L’interrogativo è aperto, però occhio a non scordarsi di Torrisi, diventato il braccio destro della donna. Proprio lui in questa stagione di squadra antimafia 8 ha riservato non pochi colpi di scena e il suo intervento potrebbe risultare decisivo. Per la Duomo non c’è tempo da perdere, perché Mazzeo sta per prendere in mano il potere di tutta la Sicilia. Di sicuro non sarà un compito facile quello che spetta ad Anna Cantalupo.