Quella pubblicità la Pepsi se la poteva anche risparmiare. La celebre multinazionale, dopo le polemiche, si è scusata ed ha ritirato il video ritraente Kendall Jenner che dà una lattina di Pepsi a un agente schierato davanti alla folla, nel corso di una manifestazione per il riconoscimento dei diritti civili. Nel filmato, però, la supermodella appare anche tra i manifestanti. Agli americani non è andato giù il fatto che la Pepsi avrebbe lucrato sfruttando le tensioni sociali e gli eventi per il riconoscimento dei diritti civili.

La rabbia di Bernice King

Dopo la diffusione della pubblicità, ha protestato contro la Pepsi, su Twitter, anche la figlia di Martin Luther King, Bernice King. Quello spot è stato contestato fortemente dal noto movimento #blacklivesmatter, sorto dopo le morti di molti neri per mano dei poliziotti bianchi. E' inammissibile per loro che la Jenner, nel video, prima cammini vicino agli attivisti che urlano e poi offra una lattina di Pepsi a un poliziotto.

Secondo i membri di #blacklivesmatter, la multinazionale avrebbe sminuito e beffeggiato le numerose contestazioni e le lotte del movimento. La replica del colosso statunitense è arrivata a stretto giro. Pepsi ha chiesto scusa, sottolineando di non aver voluto denigrare nessuno. Il suo intento sarebbe stato solo quello di lanciare un messaggio di pace, unità e comprensione.

Criticata anche Kendall Jenner

Stavolta, dunque, Pepsi ha messo il piede in fallo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gossip

Lo spot che aveva Kendall Jenner come protagonista non è piaciuto né ai liberali né alle persone di sinistra. Queste pensano che la multinazionale abbia voluto solo speculare con le manifestazioni promosse dai neri, dalle comunità Lgbt e dagli immigrati. Insomma, il 'gigante' americano avrebbe sfruttato il malcontento di molte persone per vendere di più. Sarà effettivamente così? Il filmato ritirato, secondo Pepsi, testimonia l'armonia tra persone che hanno differenti percorsi di vita.

Una giustificazione che, comunque, non ha sedato gli animi. Bersaglio delle critiche anche la Jenner. Secondo molti internauti, Kendall è bionda, bella e ricca; insomma non proprio un personaggio azzeccato per rappresentare lotte e disordini civili.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto