Ha deciso di intervenire in prima persona dopo essere stato tirato in ballo sui social nella vicenda del Weistein italiano. Il regista Fausto Brizzi ha affermato in maniera decisa di non aver mai avuto rapporti non consenzienti. Il quarantottenne romano ha diretto numerosi film di successo dal cinema all'italiana. Da Maschi contro Femmine a Notte prima degli esami e reduce dal successo con del cinepanettone Poveri ma ricchissimi in uscita. Il nome di Brizzi è iniziato a circolare con insistenza dopo l’inchiesta avviata da Le Iene nel corso della quale alcune attrici rivelavano di aver subito delle avance esplicite da un noto regista.

Tea Falco, Giovanna Rei e Giorgia Ferrero testimoniarono la loro esperienza nel corso della trasmissione di approfondimento di Italia 1. Nel corso di un intervento a Pomeriggio 5 una delle attrici aveva precisato che le richieste particolari sarebbero arrivate da un regista napoletano.

'Mai avuto rapporti non consenzienti'

Un particolare che non collimerebbe con le indiscrezioni fatte circolare in queste ultime ore. In ogni caso Brizzi ha rimarcato di aver appreso dai quotidiani le segnalazioni fatte dalle artiste e di essere rimasto sconcertato nel sentire il suo nome affiancato a vicende di molestie e violenze sessuali. ‘In alcuni casi non viene neanche precisata l’identità delle accusatrici’.

Il romano ha precisato di non aver dato mandato ad alcun legale per avviare il risarcimento danni a favore delle presunte vittime. Senza fare giri di parole Brizzi ha riferito che porterà in tribunale le persone che continueranno a coinvolgerlo nella questione del Weinstein italiano. Il regista ha deciso di sospendere le attività lavorative ed ha chiesto rispetto per la famiglia e per la moglie dopo aver smentito le voci relative ad una presunta rottura con Claudia Zanella.

Nancy Brilli e Comello: 'Sempre corretto'

A sostegno di Brizzi si è schierata l’attrice Nancy Brilly che via Instagram ha spiegato di non aver mai sentito ‘chiacchiere particolari’ su di lui: ‘E’ una persona corretta’. Il direttore di Novella 2000, Roberto Alessi, ha invitato tutti alla massima cautela: ‘Occhio a mettere alla gogna Fausto Brizzi’.

Con il regista si è schierata anche Lodovica Comello che ha precisato che il quarantottenne si è comportato sempre in maniera professionale e distaccata. Di tutt'altro parere asia argento che con un tweet ha affermato di non temere le dichiarazioni del regista. ‘Querelaci tutte, non ci fai paura’.

Segui la nostra pagina Facebook!