Anche un'icona sexy del cinema mondiale come Brigitte Bardot interviene in maniera dura e diretta sul caso Weinstein e sulle accuse di molestie sessuali in quello che da sempre è stato il suo mondo. Le dichiarazioni della Bardot, pubblicate sulla rivista francese Paris Match, scatenano un putiferio perché come sempre sono autentiche e senza nessun tipo di filtro. Secondo lei sono proprio le attrici che si buttano tra le braccia dei produttori in cerca di un ruolo o di una piccola parte.

Pubblicità
Pubblicità

Una volta che non sono prese oppure quando la loro carriera sta lentamente cedendo il passo se ne escono con storie di molestie e similari. Tra l'altro cataloga queste notizie come prive di interesse e si stupisce che la stampa vada dietro a tali illazioni senza significato. Racconta la sua di esperienza e dice di non essere mai stata molestata e che i complimenti palesati nei suoi confronti le facevano piacere in quanto si sentiva considerata una donna attraente e piacente.

Brigitte Bardot actress and model muse fashion and make-up - rockmystyle.co.uk
Brigitte Bardot actress and model muse fashion and make-up - rockmystyle.co.uk

Sono state tante le donne delle spettacolo che hanno preso le distanze dalle accuse e si sono inserite in posizioni molto vicine a quelle di Brigitte Bardot. Basta citare Catherine Deneuve che nelle settimane scorse aveva alzato un polverone mediatico cercando di preservare il diritto dell'uomo di provarci con le donne e sostenendo che con queste accuse l'uomo avrebbe potuto trattenersi dal farlo. Anche in Italia diverse le attrici poco propense a cavalcare l'onda delle accuse, tra queste Claudia Gerini, Anna Falchi, Monica Bellucci, Nancy Brilli.

Pubblicità

La carriera di Brigitte Bardot

Brigitte Bardot è nata a Parigi il 28 settembre del 1934. Ex attrice, cantante e ballerina. Tantissimi i film di successo e che hanno fatto la storia del cinema mondiale. Tra questi possiamo citare: "Atto d'amore" del 1953, "Ragazze folli" del 1955, "Grandi manovre" del 1955, "La sposa troppo bella" del 1956, "Elena di Troia" del 1956, "Mio figlio Nerone" del 1956, "Una parigina" del 1957, "La ragazza del peccato" del 1958, "Femmina" del 1959, "Sexy Girl" del 1959, "La verità" del 1960, "Il riposo del guerriero" del 1962, "Il maschio e la femmina" del 1966, "Io, l'amore" del 1967, "Tre passi nel delirio" del 1968, "L'orso e la bambola" del 1969, "Les femmes" del 1969, "Le novizie" del 1970, "La via del rum" del 1971, "Le pistolere" del 1971, "Una donna come me" del 1973, "Colinot l'alzasottane" del 1973.

Tra i documentari di cui è stata protagonista citiamo "Le dee dell'amore" del 1965 e "Brigitte contro BB" del 2013.

Clicca per leggere la news e guarda il video