L'attore abruzzese tornerà tra un mese sul piccolo schermo con la Fiction Non Dirlo Al Mio Capo, che si concentra sul tema della precarietà delle donne: vede come protagonisti lino guanciale e Vanessa Incontrada. Si tratta di due attori indiscussi della nostra fiction che, nel corso degli anni, hanno assunto una posizione rilevante sia in ambito teatrale che televisivo: entrambi sono impegnati anche sul palcoscenico. Bisogna sottolineare che Guanciale è anche impegnato a girare la seconda stagione della nota serie televisiva L'Allieva, di cui è protagonista insieme alla collega e attrice Alessandra Mastronardi: il ruolo del medico sembra essere fatto su misura per l'attore avezzanese, capace di adattarsi a qualsiasi ruolo.

Quali sono le novità e curiosità riguardanti il protagonista della serie televisiva italiana, Lino Guanciale e il set della fiction L'Allieva, giunta alla seconda stagione?

Il teatro e la fiction: le differenze secondo Lino Guanciale

Il ruolo che ha più appassionato i milioni di telespettatori italiani è quello del dottore Claudio Conforti, a cui si associa il lavoro importante dei registi: la serie è ispirata al romanzo di Alessia Gazzola, basato su una storia appassionante capace di incuriosire lo spettatore. Si è creato un legame speciale sul set de L'Allieva, come dimostrano le foto social dell'intera troupe. Ora si aggiungono delle new entry come l'arrivo dell'attore Giorgio Marchesi e di Tullio Solenghi, che sostituisce un personaggio importante.

Guanciale è protagonista a teatro in un'opera di grande complessità, 'La classe operaia va in paradiso, che rappresenta una sfida per il regista Longhi. L'attore ha deciso di proporre al regista il testo di quest'opera cinematografica: si tratta di uno spettacolo unico in quanto capace di riportare all'attenzione parole dimenticate e prive di senso per la generazione attuale, come la lotta di classe, legata soprattutto agli sessanta e settanta.

Il regista ha cercato di rendere l'opera unica e staccata dalla pellicola cinematografica di Elio Petri, ma ha fatto restare inalterata la figura del protagonista Lulù Massa. Lino Guanciale si distingue per la sua interpretazione, in quanto capace di mettersi a confronto con registri vocali diversi e, attraverso il proprio personaggio, porta a fare una riflessione sul non senso dell'esistenza lavorativa: riporta lo spettatore agli anni del boom economico.

Rimanete sempre aggiornati sulle notizie e anticipazioni del mondo della televisione.