Una nuova iniziativa è stata caldamente sollecitata per ricordare e rendere un ulteriore omaggio al compianto conduttore televisivo fabrizio frizzi: gli studi dove ogni giorno vengono registrati i programmi Rai quali l’Eredità e molti altri, potrebbero ben presto diventare Centri di produzione Rai Fabrizio Frizzi, ovvero potrebbero essere intitolati proprio al presentatore gentile dal sorriso contagioso.

L'iniziativa dell'Associazione Rai Bene Comune - IndigneRai

E’ questa la proposta che in questi giorni ha avanzato l’Associazione Rai Bene Comune – IndigneRai, affinché l’azienda televisiva di Stato possa ricordare così Fabrizio Frizzi, deceduto lo scorso 26 marzo in seguito a una emorragia celebrale, dovuta molto probabilmente, a un tumore non operabile.

Questo il comunicato pubblicato dall’Associazione: "Pensiamo che sia un gesto necessario e dovuto intitolare il centro di produzione Rai, DEAR che si trova a Roma all’amatissimo conduttore Fabrizio Frizzi".

E’ un progetto che renderebbe giustizia alla memoria di Fabrizio in quanto è stato lui a condurre lì l’ultimo programma televisivo [VIDEO], prima che gli stessi studi chiudessero per lavori di ristrutturazione. La trasmissione che si chiamava “Vedi chi erano i Beatles” fu molto voluta da Fabrizio, grande appassionato del gruppo inglese e che, come ricorda l’associazione, aveva voluto fortemente registrare in quello studio che ad oggi sarebbe bello portasse il suo nome.

Centro di produzione Rai intestato a Fabrizio, quali i programmi interessati

Ma tale Centro di Produzione a cui si riferisce l’Associazione non riguarda solo la struttura che ospitò il programma “Vedi chi erano i Beatles”, ma anche altri studi dove si registrano quotidianamente programmi della televisione di Stato, e tra questi anche l’Eredità, ultimo programma televisivo condotto da Fabrizio Frizzi, adesso sostituito dall’amico Carlo Conti.

“Certamente sarebbe una iniziativa di grande pregio per commemorare l’amatissimo Fabrizio, la cui scomparsa, dopo oltre due settimane non cessa di commuovere chi lo conosceva e lo stimava. Sarebbe altresì una forte emozione per il pubblico a casa, ascoltare prima della diretta dei programmi Rai la registrazione: “Adesso, dal centro di produzione Fabrizio Frizzi, va in onda…”. Un modo per far si che non ci si possa mai scordare del presentatore non solo bravo ma anche molto generoso.