Le lacrime per Anthony Michael Bourdain e la delusione per non essere stata riconfermata tra i giudici di X Factor. Dal giorno dell'esplosione del caso Weinstein la vita di Asia Argento è profondamente mutata. La morte del compagno e l'esplosione del caso Bennett hanno messo a dura prova la quarantatreenne. Nella lunga intervista rilasciata a Silvia Toffanin negli studi di Verissimo sono emersi sentimenti contrastanti. Fragilità e rabbia per quanto accaduto negli ultimi mesi ma anche tanta voglia di voltare pagina. "La notte mi sento molto sola, non riesco a dormire.

Mi manca il mio compagno, mi manca mio figlio”.

Dall'autunno del 2017 ad oggi la quarantatreenne ha vissuto emozioni fortissime ed ha incassato cocenti delusioni. “Di giorno va meglio perché mi distraggo facendo sport e andando dall’analista”. Ad un anno di distanza dal caso Weinstein l’attrice ha spiegato che non aveva fatto i conti con il mondo che ruotava attorno al produttore cinematografico. “Credo di aver dato fastidio ai potenti ed ora ne sto pagando le conseguenze”.

'Credo di aver dato fastidio ai potenti'

L’artista romana è diventata la paladina del Movimento MeToo che ha dato la spinta a numerose attrici di denunciare le molestie subite da Harvey Weinstein. “Quando ho girato Scarlet Diva non sapevo che questo era il modus operandi di questo predatore seriale.

Poi sono state presentate 183 denunce". La figlia di Dario Argento ha riferito che continuerà a dare il suo sostegno al movimento ma ha anche precisato che non ha assolutamente la forza per esporsi in prima linea."Io ho dato il mio contributo parlando del mio predatore. Sono stata la prima in assoluto ad esporsi ma ora non ho neanche la forza di pensarci.

Ora mi sento di aver dato tutto e sono certa che continueranno a farlo le altre donne che non hanno perso tutto come me".

L'attrice ha spiegato di aver pagato più di tutti per essersi esposta con il movimento. "In questo momento devo pensare a me stessa". asia argento ha raccontato di essere rimasta spiazzata dalla richiesta di Jimmy Bennett: "Un mese dopo l'esplosione del caso Weinstein ho ricevuto una lettera per un incidente del 2013 con una richiesta di tre milioni e mezzo di dollari".

'Non ho percepito il malessere di Anthony'

La quarantatreenne ha precisato che la missiva del ventiduenne americano era diretta al suo fidanzato in quanto sapeva che Bourdain era una persona facoltosa. "Una cosa inventata per estorcere del denaro al mio compagno". L'artista ha riferito che si è sentita tradita: "Sono dovuta tornare in terapia". La rabbia ha lasciato spazio alla commozione al momento del ricordo di Anthony Bourdain. "Mi proteggeva, non avevo mai avuto una persona così. Mi ha lasciato un vuoto che non può essere colmato".

A questo punto le lacrime hanno rigato il viso dell'attrice. "Non ci sono più i suoi messaggi, la notte non c'è nessuno che mi dà la buonanotte". Asia Argento ha spiegato di non aver percepito il malessere del fidanzato.

"Non me lo riesco a spiegare. In genere ero io ad avere pensieri bruttissimi ed era lui ad incoraggiarmi".

L'esperienza a X Factor: 'I ragazzi mi volevano'

Per quanto concerne l'epilogo dell'avventura a X Factor la romana ha sottolineato che si è trattata di una decisione amichevole. "Lì mi sentivo protetta e mi piaceva quello che facevo. Io non volevo andare via ma non volevo neanche che venisse scalfito il sogno di questi ragazzi". La quarantatreenne ha spiegato che le cose sono andate diversamente e che non si aspettava di ricevere tanto affetto dal pubblico.

"Alla fine i ragazzi volevano che restassi così come la giuria ed il pubblico". Asia Argento ha affermato di non aver compreso i motivi che hanno spinto la produzione a sostituirla con Lodo Guenzi.

"Se non ci sono vorrà dire che dovrò imparare molte cose. Ancora non comprendo cosa è successo".

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!