L'universo della saga Star Wars allarga i suoi confini galattici con The Mandalorian, la prima serie live action prodotta dalla LucasFilm e visibile interamente sulla piattaforma streaming Disney+. Negli Stati Uniti la prima stagione, composta da 8 episodi, è stata un vero e proprio successo di pubblico e critica. Alla luce dei risultati positivi, i produttori esecutivi della serie: Jon Favreau (anche showrunner e capo sceneggiatore - ndr), Dave Filoni, Kathleen Kennedy e Colin Wilson hanno comunicato di aver iniziato la produzione della seconda stagione.

La storia del guerriero Mando

All'interno della cronologia delle Guerre Stellari, la vicende della serie avvengono 5 anni dopo la caduta dell'Impero, capitolato nel film Il ritorno dello Jedi, e 25 anni prima de Il Risveglio della Forza (prima pellicola della trilogia sequel della fortuna saga - ndr). Il protagonista della storia è il cacciatore di taglie Din Djarin, interpretato da Pedro Pascal, già noto al grande pubblico per aver il ruolo di Javier Pena in Narcos. In The Mandalorian, il guerriero solitario è spesso chiamato Mando, soprannome dovuto alle sue origini mandaloriane. In realtà, Djarin svela di essersi convertito alla fede mandaloriana dopo che da bambino è stato tratto in salvo da un guerriero mandaloriano.

Le vicende della serie sono ambientate oltre i confini conosciuti della galassia e lontano dalla Nuova Repubblica.

The Mandalorian, chi sono i Mandaloriani

I mandaloriani sono un popolo nomade e guerriero, composto da membri di etnie diverse e basato su un sistema di clan uniti da una cultura comune. Questa cultura si fonda sulla guerra vista come fonte di orgoglio e morte onorevole.

Il capo clan assume il titolo di Mandalore. Nonostante la storia dei mandaloriani non sia trattata con adeguata sufficienza nella saga cinematografica, la vita della popolazione è comunque raccontata nei vari spin-off di Star Wars, in particolare nella serie animata The Clone Wars. Viene messa in risalto la loro alleanza con i Sith e la successivamente caduta arrivata a seguito della battaglia di Gaalidran.

In questo evento vengono sconfitti da un esercito Jedi capitanato dal Conte Dooku (passato in seguito al Lato oscuro della forza - ndr). I mandaloriani dopo la sconfitta, perdendo potere e prestigio nella galassia, sono costretti a dividersi in piccoli gruppi sparsi per l'universo.

I mandaloriani più noti al grande pubblico sono Jango Fett e Boba Fett. Il primo compare nel film L'attacco dei cloni ed è colui dal quale viene estratto il modello genetico per la creazione dell'esercito di cloni della Repubblica Galattica. Boba Fett è il figlio di Jango, anch'esso abile cacciatore di taglie al servizio di Jabba the Hutt è uno dei principali antagonisti di Han Solo nella prima trilogia di Star Wars.

Il collegamento tra The Mandalorian e la saga cinematografica

C'è un filo sottile che unisce la Serie TV in onda su Disney+ e uno dei film per il grande schermo di Star Wars. Il collegamento è fra The Mandalorian e The Rise of Skywalker, ultimo capitolo della trilogia sequel. Il punto di unione non è rappresentato da un personaggio ma da un'abilità di due protagonisti diversi che consiste nel potere guaritore. Nel settimo episodio della serie tv vediamo Baby Yoda utilizzare la propria energia vitale per guarire le ferite e lo stesso viene fatto da Rey nella pellicola cinematografica.