Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi muove un duro attacco contro il Grande Fratello Vip, il reality show di Canale 5 condotto da Alfonso Signorini.

Sulle pagine del settimanale "Nuovo Tv" l'associazione attiva nella difesa dei consumatori ha chiesto addirittura a Mediaset di prendere in considerazione l'ipotesi di chiudere la trasmissione ritenuta diseducativa, salvo poi lanciare un appello a Pier Silvio Berlusconi, chiedendo di poter essere presente in studio e assistere così alle puntate in diretta così da poter tutelare il pubblico.

L'appello del Codacons per il Grande Fratello Vip

Così dalle pagine della rivista diretta da Riccardo Signoretti, il presidente del Codacons ha anche lanciato una sorta di appello a Pier Silvio Berlusconi (amministratore delegato Mediaset).

In particolar modo vorrebbe che il Codacons fosse presente in studio durante le puntate serali del Grande Fratello Vip, così da poter supervisionare i messaggi che arrivano ai ragazzi e per far rispettare anche le regole del televoto.

Rienzi ha ricordato che da diversi anni i rappresentanti dell'associazione sono già presenti ad Amici di Maria De Filippi, al fine di tutelare i ragazzi, il pubblico ed essere garanti della gara e del rispetto del regolamento. La stessa cosa vorrebbe che venisse fatta ora anche per il GF Vip. Non è ancora chiaro se la richiesta verrà accolta o meno da parte di Mediaset

Gli episodi del Grande Fratello Vip bocciati dal Codacons

Il presidente del Codacons ha mosso il dito contro le parole del figlio di Alba Parietti, che in un episodio usò termini molto forti nei confronti di Dayane Mello e di Flavia Vento tanto da essere richiamato in puntata dallo stesso Alfonso Signorini.

Inoltre, tra gli episodi additati come diseducativi ci sarebbero anche quelli riguardanti la squalifica di Fausto Leali per le parole razziste pronunciate su Enock Balotelli e le parole in favore di Mussolini.

Delle critiche vengono mosse anche nei confronti della contessa Patrizia De Blanck per le parolacce frequenti che si è lasciata scappare nel corso di queste settimane di permanenza all'interno della casa del Grande Fratello Vip.

Il presidente Rienzi ha sottolineato nel corso dell'intervista rilasciata a "Nuovo Tv", che spesso i personaggi si dimenticano dell'influenza che possono avere su chi li segue da casa e si lasciano andare a episodi che per il Codacons non sono ammissibili.

L'attacco di Rienzi ad Antonella Elia, opinionista del GF Vip

Ecco perché Rienzi si è spinto oltre, definendo questa quinta edizione del Grande Fratello Vip "il peggio della televisione", non sono mancate le critiche anche nei confronti degli opinionisti del reality show Mediaset.

In particolar modo Rienzi ha criticato una frase di Veronica Elia che ha definito Elisabetta Gregoraci una 'gatta in calore', dicendo che tali affermazioni non devono passare inosservate. "Al GF Vip non si scelgono solo inquilini discutibili ma pure opinionisti pronti a creare caos invece che a moderare", ha dichiarato Rienzi.

Segui la pagina Grande Fratello
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!