Il 17 aprile 2016 sarà la data in cui si svolgerà il referendum no trivelle in Italia. I cittadini saranno chiamati alla consultazione popolare su questo importante tema, al centro dell’attenzione nel corso di queste settimane. La politica italiana è divisa sull’argomento e non stanno mancando le polemiche, anche internamente ai partiti, come nel caso del PD. Ci sono poi personaggi famosi che si sono schierati per il ’sì’, che vorrebbe dire basta alle trivellazioni in mare. In attesa che aprano i seggi elettorali per consentire agli elettori di recarsi alle urne, finalmente sono state rese note le agevolazioni per coloro che lavorano o studiano fuori città e dovranno dunque recarsi presso la propria località di residenza per votare.

Qualche giorno fa, il M5S aveva invitato il Governo e le aziende ferroviarie a sbrigarsi, in quanto mancava un mese all’appuntamento referendario. La risposta è subito arrivata da Trenitalia e Italo NTV, che hanno proposto degli sconti sui biglietti dei treni. Di seguito andremo a scoprire l’entità della riduzione e tutti i dettagli del caso.

Trenitalia e Italo NTV: sconti sui treni per andare a votare

La società delle Ferrovie dello Stato mette a disposizione due tipologie di sconto. Abbiamo una riduzione del 70% sul prezzo base per i treni nazionali a lunga e media percorrenza (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity Notte ed Espressi) ed una del 60% per i treni regionali. Tale agevolazione sarà concessa soltanto a coloro che si recheranno presso il seggio d’appartenenza ad aprile per il referendum #notriv.

I migliori video del giorno

I viaggi possono essere effettuati dal 7 aprile al 26 aprile, ovviamente con partenza prima del giorno in cui si vota. Riguardo all’azienda Nuovo Trasporto Viaggiatori, invece, abbiamo uno sconto del 60% sui biglietti A/R in occasione della consultazione referendaria. In questo caso, la riduzione riguarda la tariffa Flex o Economy, per i viaggi in ambiente Smart o eXtra Large. Le date interessate sono quelle che vanno dal 7 al 24 aprile.

In entrambi i casi, che si scelga Trenitalia o Italo, bisogna sapere che è obbligatorio portare con sé a bordo un documento d’identità e la propria tessera elettorale, con quest’ultima che al ritorno dovrà riportare il timbro che certifichi la votazione. Tutto ciò dovrà essere mostra al personale controllore, qualora venga richiesto. Oltre al trasporto ferroviario, bisognerà capire se nei prossimi giorni arriveranno agevolazioni anche per quanto riguarda voli aerei e traghetti.