Se l'input al cambiamento non arriva dalle istituzioni, allora ci devono pensare i cittadini. Ed in questi casi, è giusto così. Giornalisti, operatori culturali e semplici volontari: da undici anni valorizzano e rendono fruibile a tutti l'immenso patrimonio materiale ed immateriale di Palermo. Risultato? Ottobre diventa il mese più bello per la capitale siciliana, letteralmente assaltata di turisti che, nella piacevole caldura autunnale della Sicilia, scelgono i loro itinerari: dal percorso arabo-normanno, alla scoperta del liberty e della belle epoque, dai misteri della mafia e dell'inquisizione, alla natura ammaliante e selvaggia.

Palermo così, oltre ad essere tra i più invidiabili musei a cielo aperto nel Mondo con i suoi circa 400 siti, diventa un vero e proprio centro di aggregazione per i nuovi turisti assetati di storia, arte e letteratura, ma anche per i vecchi che mai hanno completato di vederla ed assaporarla.

I numeri, d'altronde, parlano chiaro: 220 mila visitatori nell'edizione del 2016, un numero che aumenta esponenzialmente di anno in anno e che, secondo le previsioni, raggiungerà il mezzo milione entro due anni.

Una manifestazione che, come dichiara l'associazione stessa, ha raggiunto all'incirca il numero di visitatori annuale del Colosseo (il monumento più visitato d'Italia) e che per questo ha ricevuto riconoscenza dallo stesso Presidente della Repubblica. In effetti, con coupon di soli 1 o 2 euro, si può accedere ai tesori messi a disposizione dall'associazione, con guide altamente preparate e pronte a soddisfare tutta la vostra curiosità, oppure con coupon da 3 o 4 euro è possibile partecipare a dibattiti, passeggiate a tema, gallerie d'arte, notti da "mille e una notte", eventi e spettacoli di ogni tipo, organizzati con professionalità per soddisfare qualunque esigenza di chi ama conoscere e capire tradizioni e territorio sotto diversi punti di vista.

I migliori video del giorno

Vi saranno ciceroni d’eccezione: botanici, urbanisti, storici, antropologi, letterati.

Nell'edizione di quest'anno tra chiese, musei, archivi, ville, giardini, palazzi storici ed amministrativi, sono visitabili solo a Palermo oltre 110 tesori. Spicca il grande interesse verso i disabili, con la presenza di guide specializzate per sordi e ciechi. Sono inoltre disponibili 113 passeggiate a tema e 26 eventi divisi in categorie (Notti Unesco, Le vie dei sapori, Incontri, Spettacoli, Itinerari contemporanei).

Non poteva mancare infine il "Festival kids" dedicato ai bambini: nelle tre piazze principali del centro (Politeama, Verdi e Bellini) vi saranno laboratori e attività ricreative, tutte rigorosamente all'insegna dell'amore e del rispetto per l'arte, per la cultura e per la propria città. Il tutto si svolgerà nei cinque weekend compresi tra il 29 settembre e il 29 ottobre 2017.

Le vie dei Tesori diventa regionale

La principale novità introdotta quest'anno è la seguente: si arruolano a paladine del proprio patrimonio artistico,storico, architettonico e culturale anche Agrigento, Messina, Siracusa e Caltanissetta.Le quattro città inoltre anticipano di un mese la manifestazione, che nelle edizioni precedenti si è sempre svolta ad ottobre.

Nei venerdì, sabato e domenica compresi tra il 15 e il 24 settembre 2017 sarà possibile affacciarsi sullo Stretto ed ammirare con i propri occhi i paesaggi dell'Horcynus Orca, narrati maestosamente dall'immortale Stefano D'Arrigo, oppure riassaporare l'ormai scomparsa città principesca che era Messina, prima di essere distrutta dal terremoto del 1908. Messina offre infatti 28 tesori e 6 passeggiate. Sarà possibile riscoprire la Grecia di Archimede, ammirando il mare dall'incantevole Ortigia, addentrandosi tra le grotte ed i misteri di Siracusa, attraverso 29 luoghi e 8 passeggiate.Se attraversiamo le caratteristiche colline, si giunge nel cuore della Sicilia, e si scopre che di questa ogni angolo è assolutamente ricco e da valorizzare: tra ville, palazzi, chiese, biblioteche e musei Caltanissetta offre 14 tesori da ammirare.Imperdibile infine la città degli scrittori e dei Templi: visitando Agrigento si potrà usufruire di 19 luoghi e 3 passeggiate a tema .

"Vie dei Tesori Card" e... viaggio in Sicilia

Da secoli, viaggiatori, scrittori e principi di tutto il Mondo sono rimasti ammaliati da quest'Isola. Goethe, giusto per fare un esempio, scriverà sulla Sicilia: "Italien ohne Sizilien macht gar kein Bild in der Seele: hier ist erst der Schlüssel zu allem." Ma quest'anno, l'associazione LeVieDeiTesori ha ben pensato di agevolare il turista che vuole ripercorrere i nostalgici e poetici viaggi nella misteriosa Sicilia. Allineandosi a tutte le principali città europee, ha introdotto una novità di spessore, la "Vie Dei Tesori Card": un'unica card che permette di accedere a tutti i 170 tesori della Sicilia, valida per tutti i weekend dall'inizio alla fine della manifestazione e in tutte le città che ne fanno parte. Ma non è finita qui: gli organizzatori hanno fatto sapere che presto ci saranno altre novità in merito!

Info, programma e costi

Per avere una descrizione dettagliata del programma, dei luoghi, delle passeggiate e di tutte le novità introdotte, si consiglia caldamente di visitare il portale ufficiale della manifestazione.

I prezzi (visitare il sito ufficiale per maggiori dettagli):

Luoghi: coupon da 10 euro per 10 visite, da 5 euro per 4 visite, da 2 euro per 1 visita.

Passeggiate: coupon da 4 euro.

Visite prenotate/disabili: coupon da 3 euro.

Eventi: coupon da 3 euro.

Le vie dei tesori card: 60 euro.

Festival kids: 5 euro.

Acquistabili dal sito ufficiale o sui luoghi da visitare. Per dettagli sulle prenotazioni visitare il sito ufficiale.

Date:

Agrigento, Messina, Caltanissetta e Siracusa: i weekend compresi tra 15 e 24 settembre

Palermo: i weekend compresi tra il 29 settembre ed il 29 ottobre #Viaggi Low Cost #Cultura Palermo