Una delle meraviglie che la natura ci permette di ammirare è rappresentata dalla magnificità del parco della Murgia Materana. Questo parco è stato istituito dalla Regione Basilicata nel 1990 con l’intento di ridargli importanza. L'obiettivo era quello di rivalorizzare l’habitat naturale e il patrimonio delle chiese rupestri presenti nel territorio dei comuni di Matera e Montescaglioso. Esso si trova a circa 12,5 km da matera, e tale area conserva ancora riferimenti storici all'epoca del Paleolitico e del Neolitico. Una delle caratteristiche principali di questo grande parco è la presenza di numerose chiesi rupestri che si trovano lungo la Murgia e le Gravine, però la sua bellezza è da attribuire soprattutto alla vastità della vegetazione presente.

Matera tra sassi e natura

La bellezza che può rappresentare nel visitare i luoghi della Basilicata è vasta. A partire dal Parco Nazionale del Pollino,passando per il Parco Nazionale dell'Appennino fino ad ammirare i laghi di Monticchio e Matera,capoluogo lucano. La bellezza dei laghi di Monticchio è rappresentata sopratutto dalla natura che circonda i laghi. Ai laghi è possibile intravedere la badia di San Michele,una grotta scavata in un tufo.La distanza che separa Monticchio da Matera è di circa 131 km, tanto da arrivarci in circa due ore nel capoluogo lucano. A Matera è possibile scorgere la vastità rappresentata dai “sassi di Matera". Molti turisti accorrono numerosi a Matera, non solo per visitare i sassi ma anche perchè Matera è stata eletta come capitale della cultura 2019.

I migliori video del giorno

Nel capoluogo lucano sono state girate diverse fiction, tra cui la fiction della Rai "Sorelle".

La Murgia Materana si trova dall'altra parte della città lucana e si può raggiungere sia a piedi sia in automobile. Appena si arriva a destinazione è possibile parcheggiare le auto ed accingersi a salire fino in cima per osservare dettagliatamente e minuziosamente la bellezza del parco. L’accesso al parco è transennato per non permettere ai vari mezzi di raggiungere la vetta in modo tale da non intralciare il percorso delle persone che si apprestavano a salire fino in cima. La fatica nell'arrivare fino in cima è tanta ma ne vale la pena in quanto si può constatare quanto possa essere così bella la natura umana. Nonostante la fatica e anche in un certo senso il timore di alcune persone di non farcela a salire fin lassù, si resta sempre entusiasti ed affascinati nel visitare questi luoghi.