A vent'anni dalla nascita di questa splendida idea nata nel lontano 1998 in Liguria, il Club Touring Italia ha assegnato le bandiere arancioni, per indicare i borghi d'Italia più belli. Tra centinaia di candidature arrivate da tutta Italia, sono 19 le bandiere arancioni assegnate, portando così il numero dei borghi a 227. La selezione viene fatta in base ai comuni con meno 15 mila abitanti e viene premiato, chi valorizza l'entroterra con la tipicità del posto, il turismo e la promozione della sua storia. La classifica viene aggiornata ogni tre anni con una selezione molto attenta, solo l'8% infatti è riuscito a conquistare il traguardo, ma con il riconoscimento ha avuto un incremento del turismo vertiginoso.

La Toscana in cima alla classifica del Touring

Sono molte le Regioni italiane da Nord a Sud, passando per il Centro che sono state premiate ed hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento. Attraverso la bandiera arancione, il lavoro degli abitanti che ci vivono e delle amministrazioni viene così premiato, portando molte soddisfazioni, anche in termini economici.

In testa alla speciale classifica del Touring Club c'è la Toscana con ben 38 borghi premiati [VIDEO]. A seguire sul podio con la medaglia d'argento arriva il Piemonte con 28 riconoscimenti. La medaglia di bronzo, viene assegnata alle Marche con 21 bandiere. La Calabria nonostante si sia piazzata al quindicesimo posto, con Civita un paesino in provincia di Cosenza che ha soltanto 900 abitanti, ha raggiunto un incremento turistico del 80%. Un altro borgo che ha dato esempio turistico è Airole, che con i suoii 400 abitanti tutti stranieri (tedeschi, francesi, olandesi), hanno saputo fare della loro diversità di cultura ed usanze un punto di forza.

Le 19 nuove bandiere arancioni sono state assegnate in varie parti d'Italia: 4 comuni in Piemonte, Abruzzo e Lombardia con 4 riconoscimenti ciascuno. Gressoney Saint Jean prende i turisti per la gola, con i prodotti tipici del posto. San Vito al Tagliamento è carico di storia. Bellano sul Lago di Como offre un paesaggio d'incanto, i castagni secolari di Chiusa del Pesio, Ozzano Monferrato e l'Aliano.

I 19 nuovi borghi: Grossoney Saint Jean (AO), Agliè (TO), Chiusa di Pesio (CN), Gavi (AL), Ozzano Monferrato (AL), Almenno San Bartolomeo (BG), Bellano (LC), Pizzighettone (CR), Maniago (PN), San Vito al Tagliamento (PN), Santa Fiora (GR), Frontino (PU), Serra San Quirico (AN), Fara San Marino (CH), Lama dei Peligni (AQ), Opi (AQ), Aliano (MT), Oriolo (CS), Taverna (CZ).