La primavera quest’anno ha fatto fatica ad arrivare, anche per questo, forse, la voglia di partire è così intensa. La Pasqua dunque può essere l’occasione per una minivacanza. I giorni a disposizione, che non sempre sono molti, e il clima ancora incerto consigliano a chi vuole restare in Italia di puntare sulle città d’arte come destinazioni per una #Pasqua perfetta. Le capitali europee, invece, sembrano ideali per chi vuole o può andare più lontano. Per i nostri suggerimenti scegliamo cinque destinazioni nel nostro Paese e cinque all’estero che possono accontentare tutti i gusti.

Trapani e i suoi Misteri

Chi cerca il folclore e desidera assistere a una festa religiosa tradizionale, in Italia non ha che l’imbarazzo della scelta tra infinite celebrazioni suggestive. Tra queste i Misteri di Trapani, una tradizione con oltre quattrocento anni, che ha mantenuto inalterato il valore spirituale e lo stretto rapporto con la città. Venti sculture, che rappresentano gli episodi della Passione, sfilano per le vie cittadine dalle 14.00 del venerdì fino al giorno successivo, insieme a venti bande musicali, incappucciati e ragazzi in costume con i ceri. Per una Pasqua perfetta, oltre ad assistere alla processione e visitare la città, si può fare un salto a Erice, il bel borgo medievale ricco di attrattive che sorge in cima al Monte San Giuliano.

E, se c’è ancora tempo, la minivacanza può essere l’occasione per un salto a Segesta. In Sicilia nei mesi di marzo e aprile la temperatura è di 20/22 gradi e la natura che rinasce è uno spettacolo.

La neve giusta a Cervinia

Per molti la Pasqua è l’ultima occasione per andare in montagna. Le maggiori stazioni sciistiche chiudono la stagione dopo le festività pasquali e la neve non manca quasi ovunque.

Non sempre però è quella giusta per divertirsi tutto il giorno. Se si vuole andare sul sicuro meglio puntare su località che possono contare su un ghiacciaio come Breuil - Cervinia, dove si può sciare anche in estate. Il comprensorio sciistico, inoltre, è unito a quello svizzero di Zermatt nel Matterhorn Ski Paradise ed è uno dei più grandi d’Europa, ideale dunque, per una Pasqua perfetta sulla neve.

Nel periodo pasquale, inoltre, non mancano processioni suggestive e mercatini artigianali. Per chi ama lo sport e il fondo, sabato 31 marzo torna la Cervinio Nordic Rush con un protagonista d’eccezione: Federico Pellegrino, argento olimpico di PyeongChang 2018.

Matera città della passione

Chi alo sport preferisce la cultura e magari ama anticipare mode e tendenze, può scegliere per le vacanze pasquali #Matera, che sarà capitale della cultura europea nel 2019 e quindi presumibilmente molto frequentata. La città dei Sassi, quasi una Gerusalemme italiana, sembra fatta apposta per celebrare la passione di Cristo e per una Pasqua perfetta. Sono numerose, inoltre, le rappresentazioni suggestive, la sera del giovedì santo o il sabato con gli effetti luminosi sul canyon della Murgia.

Lo spettacolo, più affascinante, però, è la città stessa con le sue case abbarbicate sulla montagna e scavate direttamente nella roccia.

Vicenza tra Palladio a Van Gogh

Un’altra città che è riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco è #Vicenza, merito dell’architetto Andrea Palladio, che nella città veneta ha lasciato alcune delle sue opere più importanti. C’è anche un altro motivo, però, per sceglierla per la prossima Pasqua: l’8 aprile chiuderà «Van Gogh. Tra il grano e il cielo», mostra che ha già fatto registrare quasi 400 mila visitatori. Gli ultimi giorni, tra l’altro, avranno orari e aperture straordinari e saranno accompagnati da iniziative speciali ed eventi enogastronomici. L’occasione giusta, dunque, per innamorarsi di Vicenza, trascorrere una Pasqua perfetta e fare conoscenza con l’opera del grande architetto, in città e nei suoi dintorni.

Sono 24, infatti, le ville edificate da Palladio attorno alla metà del Cinquecento.

Ischia coccole e relax per tutti

Amate il mare, avete bambini e vorreste concedervi qualche giorno solo di coccole e relax? La destinazione ideale è Ischia, dove diversi alberghi propongono pacchetti speciali per trascorrere una Pasqua perfetta con i bambini. Una vacanza tutta wellness, buona cucina, splendide gite e tanto divertimento. Hotel e spa, infatti, hanno imparato a offrire anche trattamenti pensati apposta per i bambini. Sempre pensati per le famiglie anche i trekking per salire fino al monte Epomeo, un vulcano inattivo, per scoprire crateri e fumarole e l’impressionante Bocca di Tifeo, da cui esce un getto di vapore fortissimo.

Tradizioni e cultura a Valencia

Se i giorni che abbiamo a disposizione a cavallo della Pasqua non sono pochissimi, possiamo scegliere una destinazione all’estero. E se cerchiamo un clima più mite, già quasi estivo, niente di meglio di una delle città spagnole sul Mediterraneo, che, tra l’altro, nel periodo pasquale propongono processioni e sfilate particolarmente suggestive. #Valencia, per esempio, a fine marzo ha una temperatura media di circa 20 gradi e propone un ricco calendario di eventi in grado di rendere più suggestiva la nostra Pasqua perfetta. Il giovedì santo si svolge la processione delle torce che parte alle 20 e va avanti fino a oltre la mezzanotte. Il venerdì santo, alle 18.30, è la volta della processione della Santa Sepoltura, che in cinque ore attraversa tutte le strade dei quartieri marittimi.

Il giorno di Pasqua, alle 13.00, ha inizio la sfilata della Resurrezione, una processione variopinta accompagnata da una pioggia di petali.

Val Thorens il tetto d’Europa

Se cerchiamo, invece, una località di montagna dove essere certi di sciare alla grande, la destinazione migliore è probabilmente Val Thorens. La stazione sciistica più alta d’Europa non teme confronti in fatto di innevamento e potrà regalare una Pasqua perfetta. Situata a oltre 2300 metri sul livello del mare e con impianti ad altezze anche superiori ai 3000 metri, regala ottima neve tutto l’anno e panorami mozzafiato, anche quando la neve è un po’ molle e “bagnata”. Les Trois Vallées è il comprensorio più grande d'Europa e gli sciatori hanno a loro disposizione ben 600 chilometri di piste, servite da più di 200 impianti di risalita.

Il posto ideale per l’ultima discesa di stagione e non solo, perché Val Thorens offre un menu di attività sportive davvero per tutti i gusti.

Per la gioia dei bambini Disneyland Paris

Una vacanza all’estero per fare felici i bambini, se non ci siete già stati, può avere una sola meta: Disneyland Paris, la prima destinazione turistica in Europa che in 25 anni – è stato inaugurato nel 1992 - ha già avuto oltre 320 milioni di visitatori. In pratica un numero pari agli abitanti degli Stati Uniti. E nel parco dei divertimenti più grande d’Europa le attrazioni e gli spettacoli per intrattenere i più piccoli e fargli vivere una Pasqua perfetta di sicuro non mancano, a partire dalla caccia all’uovo, il gioco pasquale che sta appassionando i bambini, e non solo, dell’intero continente.

Senza dimenticare che Parigi è a pochi chilometri, l’occasione per unire il divertimento dei piccoli con il proprio: nella Ville Lumiere a Pasqua e pasquetta è aperta la maggior parte dei musei e anche la Torre Eiffel.

La Valletta capitale della cultura 2018

Una delle capitali europee della cultura per il 2018 è La Valletta – l’altra è la città olandese di Leeuwarden – e alla capitale maltese non manca proprio nulla per onorare nel migliore dei modi il prestigioso riconoscimento e farci vivere una Pasqua perfetta. Vero e proprio capolavoro barocco, con chiese e palazzi antichi, è una città ricca di storia, ma anche di arte, basti pensare ai due dipinti di Caravaggio conservati nella Concattedrale di San Giovanni: il «San Girolamo scrivente» e, soprattutto, «Decollazione di san Giovanni Battista», l’opera più grande per dimensioni, più di cinque metri di larghezza per oltre tre di altezza, dell’artista lombardo.

Sono numerosi, inoltre, gli eventi in programma quest’anno, compresa la mostra «Picasso and Miró, The flesh and the spirit», che sarà inaugurata subito dopo Pasqua, il prossimo 7 aprile, presso il Palazzo del Gran Maestro, in cui saranno esposti disegni, oli e stampe dei due grandi mostri sacri del Novecento.

Lo spettacolo della natura a Cipro

Se i giorni non sono proprio contati e si può pensare anche a una vacanza più lunga e in una destinazione più lontana, Cipro può essere la destinazione giusta per una Pasqua perfetta. Quest’anno, inoltre, la festa ortodossa cade l’8 aprile, una settimana dopo la nostra. Con qualche giorno di ferie in più si può visitare l’isola e andare alla scoperta dei suoi riti religiosi più tipici.

L‘isola, famosa perché secondo il mito vi nacque Afrodite, offre città vive e cosmopolite, emozionanti siti archeologici, spiagge dorate e un’atmosfera festosa. Ma è la natura a essere straordinaria, grazie a un’incredibile varietà di paesaggi. Il clima cipriota, inoltre, ad aprile è già ideale - con temperature massime superiori ai 22 gradi – e consente di vivere il mare e di stare all’aria aperta per godersi lo spettacolo della natura che si risveglia.

Segui la nostra pagina Facebook!