La serie A è il campionato italiano di massimo livello professionistico. Il primo torneo in Italia che si possa riconoscere con il termine 'campionato' si disputò nel lontano 1898 e fu vinto dal Genoa. I primi anni del novecento furono caratterizzati proprio dal dominio della formazione ligure insieme a quella della Pro Vercelli. La storia del campionato di serie A ha visto mutare più volte il numero delle squadre partecipanti: per esempio dal 1929 al 1934 le squadre che partecipavano al torneo erano 18; dal 1934 al 1943 erano 16; nel dopoguerra (1946-1947) 20 squadre e nel biennio 1947-1948 21, salvo poi ritornare a 20 dal 1948 al 1952. Dal 1952 al 1967 si è tornati a 18 squadre, mentre il numero si è ridotto al massimo dal 1967 al 1988 con soli 16 club. Dal 1988 al 2004 le squadre sono nuovamente diventate 18 per arrivare all'attuale numero di 20.

Tra le squadre che hanno partecipato a più campionati di serie A troviamo l'Inter, la Juventus, la Roma e il Milan; tra le squadre più titolate troviamo ancora la Juventus e le le due milanesi assieme al Torino che visse il suo momento di maggiore gloria nel dopoguerra con la vittoria di quattro titoli consecutivi.

La formula del campionato è molto semplice: le squadre partecipanti si affrontano in due gironi, denominati di andata e ritorno. Il regolamento attuale prevede l'assegnazione di tre punti in caso di successo, di un punto in caso di pareggio e di zero punti in caso di sconfitta. Conquista il titolo il club che, al termine della disputa di tutte le partite, ottiene il maggior punteggio; inoltre, secondo l'attuale regolamento, le tre squadre che occupano gli ultimi tre posti della classifica, vengono retrocesse al campionato di serie B, dal quale verranno scelti i club destinati a sostituirle. La squadra che vince il campionato ha il diritto di sfoggiare sulle maglie lo 'scudetto', un distintivo a forma di scudo con i colori della bandiera italiana, introdotto per la prima volta nel campionato 1924-1925 (fu il Genoa il primo club a portare lo scudetto sul petto). Dal 1958 in avanti, inoltre, tutte quelle squadre che hanno ottenuto almeno dieci vittorie in campionato vengono contraddistinte con un altro simbolo, ovvero una 'stella': nel caso in cui le vittorie salgano a venti, il club avrà diritto a due stelle e così via.