Si tratta della più recente tra letante altre proteste del Movimento 5 Stelle, quella effettuata nella provincia di Cuneo, ma che in passato ha interessato tutto il territorio Italiano. Siamo a Bernezzo, pressoil cementificioUnicalce, dove per scelte di mercato, è stato modificato uno dei tre forni esistenti a metanocon quello attuale in Pet Coke. Per i meno esperti in materia è lo scarto del petrolio, valido combustibile ma ad elevata percentuale di zolfo e quindi inquinante.

Si tratta di Coke Petrolifero,comunemente chiamato Pet Coke. Quest'ultimo èun carbone ottenuto durante la distillazione del petrolio, contiene impurità e può essere usato solo come combustibile, ma a causa del suo elevato contenuto di zolfo risulta altamente inquinante e per essere impiegato ha bisogno di particolari filtri, per essere depurato ed evitare la dispersione di sostanze inquinanti per l'ambiente e nocive per l'essere umano.

Le polemica

La polemica partita dal Movimento 5 Stelle parte dagli esempi avuti negli Stati Uniti. Nel 1930 venne istallato il primo impianto con questo combustibile alternativo, poi aseguito di comprovati accertamenti, gli ambientalisti protestarono, in quanto altamente inquinante. In altri Paesi come la Giordania, tutt'oggi, il suo utilizzo è vietato perché dichiarato inquinante, mentre in Italia ne era vietato l'utilizzo fino al 2002. Le cose cambiarono nell'era del governo Berlusconi, il suo utilizzo divenne legale nonostante fu provato che erainquinante e nocivo, aumentando il rischio di emissioni di polveri sottilialtamente nocive per la salute.

Il Movimento 5 Stelle, ha tenuto a precisare, che l'intenzione non è quella di avviare una campagna diffamatoria contro il prodotto o contro le aziende che lo utilizzano, ma che la polemica e la battaglia politica intrapresa ha l'obiettivo di evitare unpeggioramento ambientale del Paese e di conseguenza, un danno alla salute degli Italiani.

Per quanto la legge Italiana, attualmente, consenta l'utilizzo dello scarto petroliferoattraverso una normativa che impone alle aziende che lo usano di rispettare determinati parametri per le emissioni di gas nell'ambiente, il Pet Coke è comunque il materiale combustibile più dannoso e inquinante di quelli già utilizzati ed esistenti, pertanto l'uso ne deve essere vietato al fine di non nuocere ulteriormente all'ambiente e alla salute degli Italiani.