Stefano Boeri è un architetto, un urbanista e un politico italiano dei nostri tempi, nato a Milano il 25 Novembre 1956. Nel 1980 si laurea al Politecnico di Milano in architettura e nel 1989 consegue il dottorato di ricerca in urbanistica all'Università IUAV di Venezia. Di Boeri troviamo, tra i suoi progetti più famosi, il Bosco verticale nel quartiere Isola a Milano, ove si possono trovare oltre 11.000 varietà diverse di vegetazione. Ma a parte questa che qui in Italia ci riguarda più da vicino, troviamo le sue opere anche in tante altre parti del mondo come ad esempio in Svizzera, in Francia, in Cina e tra poco anche in Olanda. Il Bosco Verticale è un modello di edificio residenziale sostenibile, il cui fine è quello di contribuire alla rigenerazione dell'ambiente [VIDEO] e della biodiversità urbana.

I diversi tipi di vegetazione accoglieranno vari animali tra cui uccelli e insetti, e cosi sarà il simbolo della ricolonizzazione spontanea della città da parte di flora e fauna.

Stefano Boeri Architetti anche ad Eindhoven

Si, anche in Eindhoven, in Olanda, sarà costruito un nuovo grattacielo per uso popolare. I piani saranno poco meno di 20, sarà alto circa 75 metri e vi saranno più di 100 appartamenti dove risiederanno altrettante coppie giovani. Questi appartamenti avranno tutti un "balcone verde" con una vegetazione che contribuirà a mantenere l'ambiente meno inquinato. In questo modo, con questi tipi di progetti, Boeri vuole evidenziare che crede fermamente alla possibilità di un cambiamento del clima e, allo stesso tempo, di un ambiente e delle condizioni di vita migliori [VIDEO] per tutti i cittadini.

I migliori video del giorno

Responsabile per questo progetto è stata nominata Francesca Cesa Bianchi. La professionista, per definire i nuovi standard abitativi; spiega che ogni appartamento non sarà più grande di 50 mq e sul terrazzo di circa 4 mq, vi saranno un albero e dei cespugli. In pratica verrà creato uno spazio verde all'interno della città che avrà più di 120 alberi e 5.200 specie di vegetazione varia. Tutto ciò combatterà l'inquinamento di cui oggi il mondo intero prende parte e gli alberi riusciranno ad assorbire più di 50.000 kg di anidride carbonica annui. In questo progetto di vegetazione in città, collaboreranno Laura Gatti con Duprè Groenprojecten di Helmond e il vivaio Van den Berk, e della manutenzione se ne occuperà Sit Trudo. Più Boschi Verticali ci saranno e più sarà diversa la visione della città metropolitana e sarà diversa anche l'aria che respireremo. #Biodiversità #stefanoboeri #boscoverticale