Ormai quando sentiamo parlare di Stelle cadenti associamo in automatico questo concetto alle stelle cadenti soprannominate "Lacrime di San Lorenzo", ovvero alle Perseidi, visibili nel mese di agosto [VIDEO]. Questo sciame di meteore (perché le stelle cadenti non sono vere e proprie stelle, ma frammenti di comete o asteroidi, detti appunto meteore) prende il nome dal punto dal quale si irradia, ovvero la costellazione di Perseo.

Le Geminidi

Lo spettacolo offerto dalle meteore non si ferma però alle Perseidi, ma è alimentato tutto l'anno da diversi sciami derivanti da luoghi diversi. Questo è proprio il caso delle Geminidi, splendide stelle cadenti visibili dai primi di dicembre fino a qualche giorno prima di Natale. Questa pioggia, da annoverare tra le più belle e corpose dell'anno, deriva da un asteroide, chiamato asteroide 3200 Phaethon, e le prime osservazioni risalgono al 1800.

Il radiante, di facile intuizione, è la costellazione dei Gemelli, a nord-ovest della famosa cintura di Orione. Le Geminidi possono regalare uno spettacolo eguale a quello delle Perseidi, visto che nel loro picco, che corrisponde al 14 dicembre, se ne potranno vedere più di un centinaio all'ora. Un fattore che incentiva a guardare le Perseidi e ad evitare le Geminidi è sicuramente il freddo delle giornate di dicembre; ma, per chi è veramente un appassionato, queste ultime costituiscono uno spettacolo da non perdere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scienza

Chiaramente, per l'osservazione di queste, come di tutte le altre stelle cadenti, occorre prendere dei piccoli accorgimenti. In primis bisogna trovare un luogo buio e lontano da luci (quindi lontano dai centri abitati). Un'altra cosa importante è non avere fretta, perché la fretta non è mai positiva. Se davvero si vuole godere di una bella ed emozionante osservazione di queste meteore, si deve trovare il tempo di farlo.

Quindi bisogna portarsi dietro tutto ciò che è necessario per combattere il freddo e bisogna avere pazienza. A questo punto l'unica cosa che si deve fare è trovare la costellazione dei Gemelli, aspettare e ammirare le scie luminose. Ovviamente, per vedere le scie non si deve guardare per forza la costellazione dei Gemelli, quindi si può approfittare della serata anche per guardare e conoscere meglio le costellazioni della nostra parte di Cielo.

A questo punto non resta che partire ben vestiti per andare a osservare il grande spettacolo rappresentato dal nostro cielo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto