Una novità in arrivo per tutti coloro che sospendono la polizza di assicurazione Rc per auto e moto quando fermano il proprio mezzo. L'ultima sentenza della Corte di Giustizia Europea ha infatti rivelato che se un veicolo è immatricolato correttamente dev'essere assicurato anche se lo si tiene in garage.

Una pratica, quella di sospendere l'Rc auto e moto, molto utilizzata da coloro che ad esempio nel periodo invernale mettono in garage mezzi come camper e moto, solitamente utilizzati per ovvi motivi nel periodo estivo.

La Corte di Giustizia si è espressa sulle assicurazioni Rc auto

La sentenza in oggetto è quella depositata il 4 settembre e deriva da un accaduto verificatosi in Portogallo, dove un cittadino ha utilizzato l'auto della madre con l'assicurazione sospesa poiché il mezzo si trovava da tempo in garage.

L'uomo in questione ha provocato un incidente nel quale è morto lui ed altre due persone, con le loro famiglie che però sono state risarcite comunque dal Fondo di garanzia automobilistica del Portogallo che si è rivalso sulla proprietaria dell'auto. La donna non ha però accettato il provvedimento e per questo ha fatto ricorso alla Corte di Giustizia che ha invece confermato quanto esercitato dal Fondo di garanzia sottolineando fermamente che i veicoli che hanno un'immatricolazione devono essere forniti di una regolare assicurazione Rc.

Polizza obbligatoria anche se non si utilizza il mezzo

La pronuncia della Corte di Giustizia sullo stop alla sospensione della polizza assicurativa dev'essere ora fatta rispettare dai paesi dell'Unione Europea, compresa anche l'Italia, una delle zone nelle quali l'abitudine di far ricorso alle polizze sospendibili è molto utilizzata con il fine di risparmiare.

Si tratta infatti di una polizza che consente al proprietario di un mezzo di sospendere l'assicurazione quando il veicolo deve stare fermo cosi da non pagare parte della quota per la copertura assicurativa dello stesso. La decisione presa dalla Corte di Giustizia ribalta però tutto e, quando applicata, costringerà ciascun proprietario a pagare il dovuto per l'intero anno di assicurazione.

Un provvedimento che potrebbe peserà sul portafogli di molti automobilisti che non potranno più risparmiare nei periodi poco consoni ad utilizzare determinate tipologie di mezzi su strada. Si attende adesso l'adeguamento alla norma europea da parte della legislatura italiana.

Segui la nostra pagina Facebook!