E' vero che nelle amichevoli estive il risultato conta poco,tuttavia ogni singolo calciatore della Roma e lo stesso Rudi Garcia non saràstato sicuramente felice di uscire dal terreno di gioco di aver subito il goaldecisivo al '90 contro il Chelsea allenato da Josè Mourinho.

La squadra capitolina nel primo tempo ha mostrato il calcioche vuole il tecnico transalpino, fatto di scambi brevi e veloci e soprattuttodi una unità di squadra dentro e fuori dal campo difficilmente riscontratadurante la gestione Luis Enrique prima, Zeman ed Andreazzoli poi.

Tra i più positivi della serata molti nuovi arrivi: l'exinterista Maicon che sembra essersi calato a pieno nella realtà giallorossa, ilportiere De Sanctis che sembra essere un veterano giallorosso e dall'eternoragazzino Francesco Totti uomo ovunque e vero trascinatore della squadra.

La rete del vantaggio capitolino è stato frutto di unrocambolesco svarione difensivo, in particolare dell' estremo difensore Schwarzerche di fatto a regalato il goal del momentaneo 1-0 ad Erik Lamela. Il pupilloargentino, nonostante tutto fino ad oggi non ha impressionato durante il calciod'estate, forse pagando maggiormente la preparazione atletica in virtù dellasua struttura fisica: tuttavia non avrà di certo smarrito la classe cristallinache lo ha fatto emergere durante l'ultima stagione, dove ha realizzato ben 15marcature.

La ripresa ha regalato ai Blues una meritata rimonta graziealle reti di Lampard ( '60) e dal talento di Lukaku ('90). Il Chelsea nelsecondo tempo ha schiacciato i giallorossi, anche grazie ad una maggiorefreschezza atletica ed ai cambi di Mourinho.

Alla Roma resta la consapevolezza di aver giocato a testaalta contro un club che fra pochi giorni inizierà il proprio campionato e dalgran blasone internazionale.