Fantacalcio Serie A 2013-2014: il reparto nel quale ogni partecipante al Fantacalcio intende spendere il meno possibile è la difesa. Del resto non sono certo i difensori quelli che ci devono regalare i punti per vincere. E allora meglio essere taccagni quando si opera in questo reparto e conservare i crediti per calciatori più importanti. Ciò non toglie che quando dobbiamo scegliere i difensori che faranno parte della nostra rosa, ci sono sempre delle accortezze da prendere.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

In primis bisogna capire quali saranno quei giocatori destinati ad essere titolari indiscutibili per tutta la stagione.

Poi è bene anche dare un'occhiata alla lista per inserire nella nostra squadra di fantacalcio di Serie A difensori "di spinta", quelli cioè che sono chiamati ad un grande lavoro anche in fase offensiva: potrebbero mettere a segno qualche rete, o quantomeno sfornare qualche cross, qualche assist, e dunque essere premiati con un voto molto positivo.

Infine, scontato focus su rigoristi e tiratori scelti. Non ce ne sono molti tra i difensori, ma non dobbiamo essere superficiali nelle nostre scelte.

Essere sicuri di una maglia da titolare è impossibile, eppure ci sono dei giocatori che sembrano proprio insostituibili. Uno di questi è Danilo dell'Udinese, che Guidolin ha sempre tenuto in grande considerazione. Unico neo: non è un giocatore che segna molto. Affidabilità in cassaforte anche con Spolli del Catania, Campagnaro dell'Inter e Paletta del Parma.

Se vogliamo puntare su un elemento di spinta e con il gol nel sangue allora dobbiamo rivolgerci altrove: guardiamo a Maggio del Napoli oppure a Lichtsteiner della Juventus. Certo, il loro "prezzo" è alto, ma forse ne vale la pena. Se invece vogliamo puntare su un difensore che può segnare su calcio di punizione, allora potremmo puntare su Emerson del Livorno, giocatore che ha abituato a diverse prodezze su calcio da fermo, specialità nella quale è molto bravo anche Bovo del Torino.

I migliori video del giorno

E ora invece sguardo alle scoperte, giocatori che costano poco ma che potrebbero avere un rendimento molto positivo. È appena arrivato dall'Argentino, ma di Gino Peruzzi (ex Velez) si dice un gran bene. A Catania potrebbe esplodere e ha un prezzo irrisorio. Stessa cosa possiamo dire per Nica dell'Atalanta, un giovane molto promettente. Ha un costo accessibile anche Wallace, uno degli ultimi arrivi in casa Inter. Lo "manda" Mourinho dal Chelsea, ragion per cui è lecito attendersi da parte sua un grande campionato.