Il futuro di Adem Ljajic è molto incerto, ma ben presto potrebbe chiarirsi definitivamente. Le alternative al momento sono due: o resta a Firenze e sarà un protagonista della squadra viola, giocandosi la maglia da titolare con "Pepito" Rossi, o emigra in Spagna, a Madrid, sponda Atletico.

Oggi scade l'ultimatum della società viola sulla proposta fatta al giocatore di un rinnovo fino al 2017 con ingaggio da 1.2 milioni a stagione più bonus e clausola rescissoria di 12 milioni, se Ljajic dovesse accettare bene, altrimenti la Fiorentina se ne priverà entro la fine della sessione estiva di Calciomercato, a patto di ricevere un'offerta di almeno 10 milioni. 

In realtà, l'offerta da 10 milioni è già arrivata sul tavolo della società da Madrid, sponda Atletico, i biancorossi di Diego Pablo Simeone vogliono accaparrarsi il talento del giovane serbo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Fiorentina

Simeone dall'inizio dell'estate ha cominciato a filtrare con il giocatore, che non ha affatto le idee chiare sul suo futuro. Ljajic è affascinato dal progetto Fiorentina ma al contempo vorrebbe cambiare aria.

La Fiorentina non vuole rischiare di avere nuovamente un "caso Jovetic" in squadra, i viola non vogliono rischiare di avere in rosa un altro giocatore a tratti svogliato, dalle grandissime qualità, capace di vincere partite da solo, ma con la testa che a tratti viaggiava per conto suo verso altri lidi. Anche in tal senso le ultime dichiarazioni di Jovetic non sono piaciute ai tifosi e ai dirigenti della Fiorentina, il montenegrino ha dimostrato molta ingratitudine verso il club. La Fiorentina non vuole commettere lo stesso errore, ma non vuole neanche regalare il talento del giocatore. Nei prossimi giorni vedremo l'evolversi di questa trattativa e se Vincenzo Montella prolungherà il suo rapporto con la Fiorentina fino al 2017, come ha dichiarato di voler fare.