E' bastato soltanto qualche giorno per far diventare Llorente un giocatore decisivo per le sorti della Juventus. Lo spagnolo, dopo il match di Champions a Copenaghen nel quale è rimasto a guardare giocare gli altri, sembrava essere diventato un caso, tanto che in Spagna già si vociferava di un suo possibile ritorno in patria nel mese di gennaio, visto e considerato che l'ex bomber del Bilbao aspira a giocare i Mondiali in Brasile e che dunque punta a giocare titolare il più possibile.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Contro il Verona Conte gli ha dato finalmente fiducia, mandandolo in campo in coppia con Tevez. E la fiducia è stata ripagata in pieno visto che sia l'argentino che lo spagnolo hanno firmato la rimonta bianconera contro un Verona che era passato in vantaggio con un gol di Cacciatore ma che poi inevitabilmente ha dovuto fare i conti con la forza della squadra di Antonio Conte.

Il 2-1, ovvero il gol che è valso poi i tre punti, è stato segnato proprio da Llorente, per una domenica uomo copertina di una Juventus che continua dunque a rimanere nelle primissime posizioni della classifica. Un gol classico del repertorio di Llorente: cross teso dalla fascia destra e secco anticipo di testa del centravanti che non ha lasciato scampo al portiere veronese.

Questa rete potrebbe essere importante non solo per la classifica della Juventus, ma anche per la fiducia e la convinzione di un giocatore che ha grandi mezzi fisici e tecnici ma finora non aveva avuto modo di esprimerli nel migliore dei modi. Conte lo confermerà ora anche nelle prossime partite fin dal primo minuto?