Hanno finora sei punti in classifica, avendo vinto entrambe le prime due partite di questo campionato di Serie A. Adesso si troveranno di fronte per un grande classico del calcio italiano: Inter e Juventus sicuramente non tradiranno le attese dei tanti appassionati che seguiranno con attenzione questo incontro.Chi vincerà?

Chiaramente a dirlo sarà il campo. Ma ci sono delle motivazioni che inducono a pensare che questa volta la Juventus dovrà faticare parecchio per ottenere una vittoria schiacciante.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Prima di tutto per il valore dell'Inter, che con Mazzarri sembra aver trovato la giusta quadratura del cerchio. Squadra solida, che sa sempre quello che vuole e che in Palacio ha trovato un eccellente terminale per il suo gioco.

Avrà grandi motivazioni contro quella che viene accreditata come la squadra favorita per il campionato e potrà contare anche sul rientro di un big come Diego Milito. Magari non sarà al top, ma uno come lui può fare la differenza anche in dieci minuti.

La Juventus potrebbe avere un'assenza abbastanza importante, quella di Mirko Vucinic, che ha preso una brutta botta in nazionale. Il montenegrino finora è stato schierato in coppia con Tevez per la sua imprevedibilità e la sua velocità, la capacità di attaccare gli spazi. Caratteristiche che lo rendono molto diverso da Llorente, in pole position per eventualmente sostituirlo al fianco dell'argentino, in grandissima forma in questo momento della stagione e dunque titolare inamovibile.

La Juventus non dovrà poi farsi distrarre dall'impegno di Champions League che andrà ad affrontare successivamente.

I migliori video del giorno

Sarebbe un grande errore. E' vero che in Europa non ci si può concedere nemmeno un passo falso, specie contro il Copenaghen che sulla carta è l'avversario più abbordabile del girone, ma è altrettanto vero che i bianconeri hanno una rosa ampia che non creerà alcun problema di scelta a Conte.

Proprio il tecnico è una garanzia assoluta: con la sua grinta e la sua capacità di motivare il gruppo metterà in campo sicuramente la miglior Juventus possibile. Inter-Juve insomma sarà la prima grande sfida di questa stagione: impossibile perdersi una partita così. E che vinca il migliore.