Tu chiamale se vuoi emozioni. Quando si parla di spettacolo, ormai si pensa solamente all'Akragas di Mister Pino Rigoli. Quella infatti di oggi è stata una vittoria al cardiopalma, di quelle che a fine gara ancora non ti rendi conto di ciò che sono riusciti a fare i ragazzi in campo. Anima, corpo e spirito. L'essenza che oggi è servita a sbaragliare una squadra che a parere di molti non ha demeritato, anzi; è riuscita addirittura a passare in vantaggio alla prima azione al quarto d'ora del primo tempo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Ma l'aria che oggi all'Esseneto di Agrigento si respirava nel pre-gara era molto triste. Infatti la gara con la Nuova Gioiese è stata giocata a poco più di 24 ore dal tragico decesso del fratello del presidente dell'Akragas Alessi, deceduto dopo un calcio allo stomaco ricevuto da un asino in preda ad una malattia rabbica, nel suo agriturismo a Realmonte.

Dopo il minuto di silenzio, di rito in queste occasioni, il capitano dell 'Akragas Pellegrino, ha deposto un mazzo di fiori in tribuna, nel posto dove Giovanni sedeva per le partite in casa. In Curva Sud gli ultras invece hanno evitato cori e tifo per i primi 15 minuti di gara, ed hanno oltretutto dedicato uno striscione che troneggiava sotto la curva sud.

La gara, dicevamo, è stata spumeggiante ed attiva, si sono viste tantissime giocate "di fino" da parte del goleador dell'Akragas Nicola Arena, che proprio sotto la tribuna laterale, al volo e di tacco con tunnel annesso ai danni del difensore calabrese, ha deliziato la vista dei giornalisti e degli spettatori della curva sud. Al pareggio dell'Akragas, su rigore siglato da Arena, si è andati negli spogliatoi sul risultato di 1 a 1. Al rientro l'Akragas, ha dimostrato il valore mettendo sotto la buona compagine calabra, e passando in vantaggio su una splendida ribattuta dopo una grandiosa punizione esplosa dalla trequarti da Chiavaro, palla respinta dal portiere e colpo del capitano Pellegrino che mette in rete per il definitivo 2 a 1.

I migliori video del giorno

La gara è continuata con i gran colpi e con il pressing degli ospiti che hanno messo sotto pressione i giocatori locali, ma le grandi parate di Valenti, il portiere del gigante, hanno chiuso lo specchio della porta e le speranze di pareggio.

Vittoria dedicata a Giovanni, invece la redazione di Supermoney si associa al dolore e porge le più sentite condoglianze alla famiglia Alessi.