Antonio e Nicola, due calciatori diversi, ma accomunati da qualcosa di speciale, qualcosa di unico e incredibilmente bello: un gol strepitoso all'Inter. Era il 18 dicembre del 1999, tanti anni fa un giovane di nome Antonio Cassano viene gettato nella mischia da Eugenio Fascetti in una gara complicata contro l'Inter. Antonio viene schierato in campo e sigla un gol fantastico all'88' minuto toccando un pallone e condannando l'Inter. Destreggiandosi timidamente tra il suo accento barese e l'emozione dichiarò: "Io non ho pensato a niente, ho calciato con la benda agli occhi".

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Ieri, 20 ottobre 2013, al 90', un altro calciatore barese, Nicola Bellomo, sigla un gol fantastico su calcio di punizione con una traiettoria beffarda, quasi imprendibile, all'Inter di Mazzarri.

Un gol bellissimo di Bellomo che sigla il suo primo gol in Serie A proprio all'Inter, così come era successo a Cassano nel '99. Al termine della partita, forse con meno spavalderia rispetto a Cassano: "Sì, volevo tirare, questo gol lo dedico a mio padre".

E ancora, ieri 20 ottobre 2013 assist di Parolo e gol proprio di Antonio Cassano in Hellas Verona- Parma, un gol che forse ha un peso specifico inferiore vista la sconfitta degli uomini di Donadoni, ma Cassano si è portato sul tabellino marcatori proprio come Bellomo contro l'Inter.

Tutti conoscono la carriera di Cassano dopo quel gran gol nel '99: da Bari all'Inter passando per Roma, Real Madrid, Sampdoria e soprattutto la nazionale italiana.

Nicola Bellomo lungamente sulla bocca di diverse squadre di Serie A durante il Calciomercato.

I migliori video del giorno

Proprio l'Inter che sembrava a un passo dal centrocampista barese, ora ha la possibilità di portare un po' di Bari in Serie A, quella parte che non può fare a meno dei gol di Cassano, che potrebbero divenire tra qualche anno le giocate "a la Bellomo".

Cassano e Bellomo: due calciatori diversi, ma accomunati da qualcosa di speciale.