Avevamo già ufficializzato il passaggio del 70% dell'Inter nelle mani di Erick Thohir che con 250 milioni si era assicurato la maggioranza del club dell'ormai ex patron Massimo Moratti. Da quel momento c'è stata grande attesa per capire cosa succederà alla nuova Inter. Sport Mediaset, grazie al servizio di Anna Cappella, è riuscita ad intercettare proprio il nuovo presidente nerazzurro che, come ogni uomo di comunicazione che si rispetti, ha preferito una formale conferenza stampa per parlare ufficialmente ai microfoni di una qualsiasi testata giornalistica.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Nonostante tutto, ha lasciato trapelare da una conversazione informale alcune cose per il futuro.

L'Inter di Thohir

  1. La cosa che più ha sorpreso è la dichiarazione riguardante il suo giocatore preferito: si tratta di Nicola Ventola, attaccante in forze all'Inter per diverse stagioni, intervallate da alcuni prestiti, e "solo" dieci gol. Un giocatore che probabilmente non ha lasciato proprio il segno nella storia nerazzurra, ma che rappresenta una prima punta di sostanza che nel calcio moderno si vedono sempre meno. Da sottolineare la vicinanza geografica di Ventola, lui originario di Grumo Appula in provincia di Bari, la suocera proprio indonesiana, patria del presidentissimo. Ventola era esploso dalle giovanili del Bari lasciando un segno indelebile nella memoria dei tifosi della sua città.
  2. Altro punto sul quale si è soffermato riguarda la sua maggiore vicinanza a Milano e alla società, promette di essere in Italia più spesso e forse già a metà novembre ci saranno novità sul formalizzazione del passaggio di consegne
  3. Piace Mazzarri, piace il gioco espresso dalla squadra e tifa Inter, di notte mentre la famiglia dorme anche perché il figlio è juventino.

Oltre tutte le operazioni di marketing e di visibilità l'entusiasmo e l'energia che traspare dal volto del magnate orientale sembra quella sana voglia che si ha quando si realizza un nuovo progetto.