Quando c'era Zidane la Francia sognava, tanto da riuscire perfino a conquistare la Coppa del Mondo battendo in finale il Brasile. Altri tempi per i transalpini, che rimangono una squadra molto forte ma forse non in grado di raggiungere quei picchi ai campionati mondiali.

Anche a Brasile 2014 la nazionale allenata da Didier Deschamps non parte con i favori del pronostico, ma potrebbe essere una delle mine vaganti dagli ottavi di finale in poi. Perché la qualità non manca di certo alla nazionale transalpina, che si è potuta concedere anche il lusso di lasciare a casa un grande centrocampista offensivo come Nasri.

E allora è facile capire come tutte le big cercheranno di evitare, per quanto possibile, il confronto con la squadra che poco più di 10 anni fa conquistò il mondiale.

La probabile formazione della Francia ai mondiali Brasile 2014? Deschamps dovrebbe mettere in campo la sua squadra con il 4-3-3, modulo capace di esaltare le qualità di alcuni giocatori soprattutto in avanti. Ma andiamo con ordine. Tra i pali ci sarà sicuramente Lloris, portiere ormai di grande esperienza. Difesa a quattro con Debuchy e il "vecchio" Evra chiamati a coprire le corsie laterali, mentre al centro della difesa Deschamps (che non ha convocato i milanisti Mexes e Rami) si affiderà al giovane Varane e a Koscielny, difensore dell'Arsenal che ogni tanto riesce anche a piazzare qualche zampata vincente.

Centrocampo molto "muscolare", che abbina qualità e quantità. Cabaye, Matuidi e Pogba sono giocatori ormai affermati a livello europeo e sembrano pronti per disputare un grande mondiale. E in attacco? Il punto fermo dell'attacco è il centravanti Benzema. Del resto, come discuterlo. Al suo fianco una maglia è sicuramente per Ribery. E poi? Manca ancora una punta.

Che potrebbe essere Valbuena o Giroud. Ad ogni modo, una Francia competitiva. Sognare almeno le semifinali non è impossibile.

Segui la nostra pagina Facebook!