Conte e la Juventus, un amore forte, ricco di passione e tremendamente viscerale, i colori bianconeri tatuati sulla pelle, una decisione che covava da un anno circa, una linea differente dal club che aveva altri programmi e prospettive.

Antonio Conte avrebbe voluto alcuni giocatori, i nomi li aveva fatti al club, ma Marotta ed Agnelli non lo hanno mai accontentato, voleva Cuadrado ma la trattativa pare non sia nemmeno mai partita, a gran voce chiese Alexis Sanchez, trattativa lunga ed estenuante con il Barcellona, accordo trovato con il calciatore sulla base di un quadriennale, tante illusioni ma alla fine il cileno ha firmato con l'Arsenal che lo ha pagato 40 milioni di euro.

Ancora Morata, 18 milioni di euro, tutto pronto ma nulla si è ancora mosso, poi il mister salentino aveva chiesto di blindare Vidal e Pogba, il cileno pare invece ad un passo dal Manchester United per una cifra tra i 40 ed i 50 milioni di euro, Van Gaal lo aspetta a braccia aperte.

A questo punto Conte potrebbe aver pensato di interrompere un rapporto che dopo tre anni di vittorie, senza un ricambio generazionale, sarebbe risultato logoro e privo di stimoli.

Qualcuno parla anche di un incrinamento del rapporto dovuto ad un pre-accordo siglato da Conte con il Milan di Berlusconi, ma queste sono solo chiacchiere da bar, alle quali va dato il peso che meritano.

Antonio Conte ha dimostrato di non essere il classico allenatore aziendalista, anzi avrenbe voluto essere un manager all'inglese, ma nel nostro paese questo non avviene a causa di un concetto di proprietà dell'azienda che non lascia spazio a nessuno, se non al padrone, siamo indietro anni luce da questa teoria e chi non ci sta, cambia aria.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Calciomercato

Arriva Allegri, allenatore che al Milan ha dimostrato di essere un buon aziendalista, resistendo a tutte le critiche pubbliche e le esternazioni del padrone, probabilmente i bianconeri cercavano una figura di questo tipo, visto che Conte non garantiva un certo tipo di rigore societario.

Ora con il nuovo allenatore cambiano le strategie di mercato, niente Iturbe passato alla Roma, Vidal via per 45 milioni di euro circa, potrebbero arrivare Evra, Astori, Romulo e forse Abate.

Il livornese gioca con il 4-3-1-2, con il rombo a centrocampo, mancherebbe il trequartista, nomi non se ne fanno, anche se si dice che rimarranno Vidal e Pogba.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto