Luis Suarez morde gli avversari? Non importa. Le grandi squadre si sono ugualmente fatte la guerra per averlo e alla fine l'ha spuntata il Barcellona. Ad annunciarlo lo stesso club catalano, che ha sborsato tra i 75 e i 78 milioni al Liverpool, il quale in realtà inizialmente ne pretendeva 80. Per lui il Barça ha pronto un contratto di 5 anni e si parla anche di una clausola "anti-morso", ossia della possibilità di eventuali riduzioni degli emolumenti in caso di squalifiche dovute al vizio vampiresco del bomber uruguaiano.

Pubblicità
Pubblicità

Come noto infatti, Suarez negli ultimi anni è stato protagonista di tre squalifiche per aver inflitto morsi agli avversari, di cui l'ultimo al difensore della nazionale italiana Giorgio Chiellini. Gesto censurabile neppure visto dall'arbitro, ma che è costato all'attaccante una dura squalifica: 4 mesi di sospensione per i club e 24 mesi con la maglia della nazionale. Una batosta che è costata pure l'eliminazione ai 'Celeste', costretti a fare a meno di uno dei due giocatori più rappresentativi (l'altro è ovviamente Edison Cavani), venendo così eliminati non a caso agli ottavi.

Pubblicità

Ma tutto ciò non ha fermato il Barcellona, che vuole tornare a un ruolo da protagonista in Champions, dotandosi di un attacco stellare: Luis Suarez va infatti ad aggiungersi al brasiliano Neymar, l'argentino Messi e il cileno Sanchez. Così l'uruguaiano si è "licenziato" dal club inglese: "A Liverpool lascio il mio cuore, città nella quale sono stato benissimo con tutta la mia famiglia. Adesso per me comincia una nuova avventura: il Barcellona è un sogno, e sono molto felice e carico di giocare in un club fantastico".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Calciomercato

Suarez viene da un campionato comunque brillante, realizzando 31 gol e eguagliando il record di Alan Shearer e di Cristiano Ronaldo da quando nel campionato inglese si giocano 38 partite. Il Liverpool ha terminato la Premier al secondo posto, sfiorando la vittoria finale e trascorrendo parte del torneo in testa. Nel Mondiale invece si è messo in mostra solo contro l'Inghilterra, dove ha realizzato una doppietta (l'Uruguay ha vinto per 2 a 1). Qualcuno per lui ha anche avanzato la proposta di cure psicologiche.

E chissà che il club catalano non ci pensi davvero. Vista anche la cifra sborsata per assicurarsene i piedi, più che i denti…

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto