Come vedere la diretta tv e il live streaming di Roma-Cska Mosca, prima giornata della fase a gironi per la Champions League 2015? La partita d'esordio per i giallorossi costituisce forse la sfida meno difficile del girone E di cui fanno parte anche Manchester City e Bayern Monaco, le due squadre più quotate per la qualificazione agli ottavi di Champions di questo gruppo, e che si sfideranno subito. Roma-Cska Mosca del 17 settembre 2014, diretta tv su Canale 5 in esclusiva, quest'anno salta la diretta Sky per le partite delle squadre italiane in campo il mercoledì nella fase a gruppi di Champions. Il calcio d'inizio è fissato per le ore 20.45.

Sarà possibile vedere Roma-Cska Mosca anche in live streaming gratis, basterà collegarsi sul sito sportmediaset.it.

Probabili formazioni Roma-Cska Mosca - prima giornata Champions 2014/15

Garcia ha tenuto a riposo Gervinho che è entrato solo nel finale del match che i giallorossi hanno giocato e vinto nella scorsa giornata di Serie A. Come lui, anche Totti assente, sarà in campo nel tridente d'attacco che dovrà far male ai russi. Destro molto probabilmente si accomoderà in panchina insieme a Ljacic, a completare il reparto offensivo dovrebbe esserci Iturbe. In difesa non ci sarà lo squalificato Manolas, Castan infortunatosi potrebbe anche recuperare, difesa centrale dunque da inventare forse. Astori sarà certamente in campo, al suo fianco potrebbe giocare Mbiwa (se non rientra Castan), con Maicon e Cole terzini.

I migliori video del giorno

Centrocampo a tre con Nainggolan, Pjanic e Keita, assente De Rossi squalificato.

Roma 4-3-3: De Sanctis; Maicon, Astori, Castan, Cole; Nainggolan, Keita, Pjanic; Gervinho, Totti, Iturbe.

Cska Mosca 4-2-3-1: Akinfeev; Fernandez, Berezutski, Ignaschevich, Nababkin; Milanov, Natcho; Doumbia, Eremenko, Tosic; Musa.

Pronostico a favore dei giallorossi, i moscoviti hanno condotto un calciomercato deludente, ci si attendevano grandi acquisti, non è stato così. Vincere è d'obbligo, anche per approfittare di mettere dietro in classifica una o tutte e due le maggiori antagoniste impegnate nello scontro diretto, un piccolo vantaggio psicologico più che altro.