Saranno Roma e Verona ad aprire ufficialmente la 5^ giornata di Serie A: un successo dei giallorossi nell'anticipo delle 18 di sabato potrebbe rivelarsi fondamentale ai fini della classifica visto che la Juve, capolista assieme alla Roma, sarà impegnata alle 20.45 nella difficile trasferta di Bergamo con l'Atalanta. Qui Roma - Nonostante la partita con il Parma si sia rivelata più complicata del previsto i ragazzi di Garcia hanno dimostrato nuovamente grande unione e voglia di vincere: le vittorie sofferte sono quelle che pesano a fine stagione, il tecnico francese lo sa ma non lo da a vedere. Quattro vittorie consecutive in campionato, una in Champions con il CSKA, 12 gol segnati e solo 2 subiti: l'inizio straripante della Roma certifica la forza di una squadra che sembra addirittura più forte dell'anno scorso e che non accusa segni di cedimento nonostante le numerose (e illustri) assenze. La trasferta di Manchester (martedì 30) imporrà a Garcia di dosare al meglio le foze anche se, come accennato in precedenza, non avrà moltissima scelta visti i numerosi infortunati.

Roma (4-3-3): De Sanctis; Holebas, Manolas, Yanga-Mbiwa, Maicon; Keita, Nainggolan, Pjanic; Florenzi, Destro, Ljiaic.

Qui Verona - Otto punti nelle prime 4 partite (come Inter e Sampdoria) permettono alla squadra di Mandorlini di guardare con serenità la classifica e di affrontare la trasferta di Roma con la mente sgombra: la bella reazione al doppio svantaggio contro il Genoa nell'ultima giornata ha rafforzato ulteriormente la convinzione dei veronesi di poter replicare, ed eventualmente migliorare, la splendida stagione appena trascorsa. Out Benussi (infortunio nel riscaldamento pre-Genoa) e Martic (botta al volto, ha passato la notte in ospedale), Mandorlini dovrà ancora fare a meno di Sala e Rafael.

Verona (3-5-2): Gollini; Marques, Moras, Marquez; Gomez, Campanharo, Tachtsidis, Ionita, Agostini; Toni, Saviola.

Precedenti e pronostico

L'anno scorso la Roma fece bottino pieno con il Verona: all'andata finì 3-0 all'Olimpico, al ritorno 1-3, e in tutte e due le sfide la squadra capitolina diede grande prova di superiorità tecnica, individuale e collettiva. Secondo gli scommettitori i padroni di casa sono nettamente favoriti (segno 1 a 1,26, X 5,20, 2 9,50) anche se(così come per la Juve) gli uomini di Garcia potrebbero avere già la testa a Manchester e concedere qualcosa in fase difensiva: il nostro consiglio è di puntare sulla quota under 2.5 (2,10), oppure sul No Goal a 1,80.

Leggi tutto