Probabilmente questa sarà una sorta di guerra fredda, in attesa del ritorno all'Olimpico. Tutte le incomprensioni e le amarezze troveranno terreno fertile in quell'occasione ma fino a quel momento la polemica sarà alimentata da continui riferimenti a quanto accaduto domenica sera e all'arbitraggio di Juventus-Roma. Del resto, si poteva chiaramente intuire che sarebbe arrivata una risposta da parte dei pezzi grossi della Juventus alle parole molto forti di Francesco Totti che aveva dichiarato che da anni la squadra di Torino sarebbe sistematicamente supportata dagli arbitri e dal sistema.

Pubblicità
Pubblicità

La prima reazione è stata da parte del difensore Leonardo Bonucci, l' autore del goal decisivo che ha garantito i tre punti alla sua squadra. Su Twitter, infatti, il giorno successivo alla vittoria, aveva scritto che le parole non contano nel calcio e che l'importante è vincere, iniziando il messaggio con "tifosi romani sciacquatevi la bocca". A seguito di queste parole, Bonucci si è trovato nell'occhio del ciclone e dopo esser stato multato dalla sua società per atteggiamento irresponsabile, cautamente ha preferito smorzare i toni dichiarando che le sue parole non avevano alcun riferimento ai tifosi giallorossi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus A.S. Roma

Anche Pavel Nedved, ex centrocampista offensivo della Juventus ed ora responsabili amministrativo della società, è voluto intervenire nella polemica e anche lui non ha usato toni certamente delicati. "Francesco Totti non ha mai giocato nella Juventus e non sa cosa vuol dire giocare per una squadra che ha sempre tutti contro", queste le sue parole, con le quali ha cercato di spiegare che molte volte sulla signora bianco nera si tende a ragionare sempre per pregiudizi, mentre occorrerebbe più calma.

Pubblicità

Calma che però non lo caratterizza quando, sul finire dell' intervista, trova il modo di essere sottile e aguzzo nei confronti di Totti e verso le parole allusive nei confronti della società juventina: "Se fossi io allenatore della Roma, dopo un atteggiamento del genere gli toglierei la fascia da capitano"

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto