Annuncio
Annuncio
La Roma piega il Torino. Il verdetto dell'Olimpico non lascia scampo agli uomini di Ventura. Finisce 3 a 0 in favore dei giallorossi. Una Roma attenta che gestisce il match senza troppi affani, non si vedeva da tempo. Con Torosidis all'8', Keita al 26', Ljajjc al 12' della ripresa i giallorossi rialzano il capo portandosi a 25 punti in classifica, a meno tre dalla Juve corsara oggi contro il Parma.

Giallorossi rivitalizzati - La Roma viene schierata in campo con il 4-2-2. Si rivede in porta De Sanctis dopo la panchina di Monaco. In difesa Garcia schiera Torosidis, Yanga-Mbiwa, Manolas, Cole. A centrocampo Pjanic, De Rossi e Keita preferito a Nainggolan. In attacco riecco Gervinho con Totti e Ljajic preferito a Iturbe. Il Torino risponde con un 3-5-1-1. Gillet in porta. In difesa schierati Maksimovic, Glik, Moretti. Centrocampo a cinque con Bruno Peres, Gazzi, Vives, Farnerud, Darmian, El Kaddouri. In attacco Quagliarella unica punta. Inizio spumeggiante. Le due squadre mantengono ritmi alti, il Torino prova a spingersi in avanti con personalità. Per i primi 4 minuti i granata sono più propositivi con El Kaddouri e Peres che spingono sulle fasce cercando in area Quagliarella. Nonostante si faccia vedere più il Toro, i giallorossi vanno in vantaggio all'8'. Totti liberatosi dalla destra piazza la palla in area pescando Torosidis. Il greco con un colpo secco e deciso insacca il pallone in rete, 1 a 0. I granata cercano di reagire. Al minuto 11 prodezza di De Sanctis. Su un tiro di Quagliarella dal limite, il portiere giallorosso è bravo a respingere mettendo la palla in calcio d'angolo. La Roma malgrado le incursioni di Peres gestisce bene la gara creando quelle condizioni che poi porteranno al raddoppio. Al 26' infatti, dopo un giro palla Totti-Gervinho, ci pensa Keita a scaricare la palla nell'angolino più basso. 2 a 0. Roma galvanizzata. Gli uomini di Garcia dopo il vantaggio, provano ancora a massimizzare le fragilità difensive dei granata. Totti appare particolarmente ispirato stasera. Prova un cucchiaio dai venti metri, ma la palla finisce di poco a lato dal palo della porta difesa da Gillet. Minuto 38': Totti di esterno serve Gervinho dopo aver rubato palla a centrocampo, ma l'ivoriano sbaglia la traiettoria. Cambio per il Torino. Al 42' esce Vives ed entra Nocerino. Si va al riposo con il risultato di 2 a 0.

Il ritorno alla vittoria - Il Torino mette in campo Sanchez Mino. Per il resto le formazioni scendono in campo con gli stessi uomini, ma con umore diverso. I granata giocano con un pressing alto a metà campo. La squadra di Ventura attacca con aggressività, ma funziona tutto stasera in casa giallorossa. Si distinguono per intensità di gioco Sanchez Mino e Nocerino, quest'ultimo bravo a far salire la squadra. Malgrado un Torino più produttivo, la Roma al 12' allunga il risultato. Ljajjc prova una giocata delle sue ed incanta con un tiro all'incrocio dei pali, Gillet battutto, 3 a 0. Il Toro perisce. Il goal del serbo priva di ossigeno la squadra di Ventura. Al 24' standing ovation per Totti che esce, al suo posto Mattia Destro. Garcia vuole una Roma più combattiva. Al 76' Martinez entra in campo al posto di El-Kaddouri. Al 77' cambi anche per la Roma: esce l'eroico Manolas ed entra Nainggolan. De Rossi si sposta in difesa. Il Torino cerca confortanti prestazioni, ma De Sanctis si oppone . All'84' esce Keita, dolorante, Strootman è il suo sostituto. L'olandese rientra dopo il lungo stop. Ci si avvicina verso la fine del match. 3 sono minuti di recupero. La Roma potrebbe lievitare il punteggio, ma sbaglia in un paio di occasioni. Finisce il match. La Roma dopo un mese di stasi ritorna a vincere.