Nella serata di ieri si sarebbe tenuto ad Arcore, nella villa di Silvio Berlusconi, una cena a cui ha preso parte una delegazione cinese: questo incontro confermerebbe le voci circolate in giornata circa un'imminente cessione delle quote del Milan. Secondo quanto riportato da Sky Sport, il magnate cinese che ha incontrato il numero uno rossonero potrebbe essere Richard Lee che il 27 ottobre era stato a San Siro ospite proprio di Berlusconi.

Cessione Milan, Berlusconi afferma "Venduto il 75% delle quote del club".

Nella tarda mattinata di ieri l'agenzia Askanews aveva confermato che l'ex cavaliere Silvio Berlusconi si era lasciato andare ad una confessione in cui affermava di aver ceduto il 75% del Milan ai cinesi e che mancavano solo alcuni dettagli che si sarebbero risolti nel giro di qualche mese. Il patron rossonero si sarebbe poi detto soddisfatto in quanto sua figlia Barbara Berlusconi, in base all'accordo siglato con gli asiatici, avrebbe conservato il suo ruolo di amministratore delegato.

Secondo quanto l'ex premier va affermando, è lo stesso governo di Pechino e in particolare il primo ministro cinese, che spingerebbe per la chiusura dell'operazione in quanto molto interessato a diffondere il calcio in Cina. L'obiettivo generale è quello di far crescere un movimento calcistico notevole che possa aiutare la nazionale ad ottenere buoni risultati in campo internazionale. Il Milan è la squadra più popolare tra i cinesi e l'acquisizione del club di via Turati potrebbe essere la mossa decisiva per attuare questo progetto.

Cessione Milan, fonti vicine a Berlusconi smentiscono 

La giornata di ieri è stata un susseguirsi di notizie su quest'eventuale cessione del Milan ad opera di Berlusconi e, poco dopo la "bomba" lanciata da Askanews, puntuale è arrivata la smentita dell'Ansa. Fonti vicine al numero uno rossonero hanno voluto precisare che "non esiste nessuna trattativa a riguardo, ogni notizia è priva di fondamento ed era già stata smentita qualche tempo fa".

Se il Milan non riesce a far parlare di sé in campo, visti gli scarsi risultati sportivi ottenuti negli ultimi anni, il suo futuro societario sembra riservare sorprese rilevanti. Milano potrebbe diventare presto una "colonia asiatica", dopo l'Indonesia infatti anche la Cina è pronta a conquistare il capoluogo lombardo. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto