L'urna di Nyon ha riservato alla Juventus i monegaschi del Monaco per contendersi un posto in semifinale di Champions League. La gara di andata si giocherà il 14 aprile allo Juventus Stadium mentre il ritorno andrà in scena nel Principato allo Stadio Louis II di Montecarlo il 22 aprile 2015.

Sebbene la Juventus abbia evitato di incontrare top club del calcio europeo, come Bayern Monaco, Barcellona e Real Madrid, il Monaco è un squadra da non sottovalutare.

Già gli anni scorsi abbiamo visto outsider arrivare fino in finale di Champions League, come il Borussia Dortmund prima e l'Atletico Madrid nell'ultima edizione.

Analizziamo quindi i segreti di questa squadra e cosa l'ha spinta ad arrivare fino a questo punto della competizione europea.

Giocatori giovani

Una delle caratteristiche principali di questo Monaco è la constante presenza di giocatori giovani.

Ad ogni partita il monaco è solito schierare in campo 7 giocatori sotto i 23 anni. Questo garantisce dinamismo e entusiasmo anche se d'altronde la squadra potrebbe peccare in esperienza internazionale. Giovane è anche l'allenatore, Leonardo Jardim, di cui però si parla un gran bene e di cui si dice avere grande qualità e preparazione.

Forte asse centrale e potenza sugli esterni

A livello tattico, il Monaco è una squadra molto disciplinata nonostante la bassa età media dei proprio giocatori.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

I punti di forza del Monaco sono un forte portiere, i centrali di difesa e di centrocampo. Sugli esterni Jardim punta sulla reattività dei propri fluidificanti che determinano il vero valore aggiunto della squadra monegasca che appare molto forte nelle ripartenze e nei contrattacchi, mentre è piuttosto prevedibile quanto chiamata a gestire il pallone e a creare gioco.

Strategie di mercato

Il Monaco è tornato nel calcio che conta anche grazie ad acquisti milionari nel calciomercato degli ultimi anni.

Gli acquisti di rilievo sono stati Adamel Falcao e Moutinho ma poi la strategia della società è cambiata. Dopo l'impulso iniziale dato dai top player la società ha voluto puntare sul settore giovanile e su calciatori giovani e di qualità per mantenere un elevato livello tecnico ma al tempo stesso rientrare nei parametri finanziari del club. Oggi, i giocatori di maggior rilievo del Monaco sono il centrocampista Kondogbia e la punta Martial, già nel mirino di Marotta per la prossima sessione di calciomercato.

La Juventus dovrà quindi prestare molta attenzione a questa squadra, come sottolineato di recente dall'ex-Monaco Patrice Evra. La semifinale di Champions League è un traguardo assolutamente alla portata dei bianconeri ma attenzione a non entrare in campo pensando di aver già passato il turno. Errore commesso dall'Arsenal nella gara di andata degli ottavi di Champions League proprio contro il Monaco.





Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto