Mercoledì sera, allo Stadio Louis II di Monaco, la squadra del Principato contenderà alla Juventus il passaggio del turno che vale l'accesso alle semifinali di Champions League. Una gara estremamente importante che permetterà, alla squadra vincitrice, di entrare nel novero delle prime quattro formazioni europee.

Ovvio che ci si aspetterebbe una degna cornice di pubblico, attorno ad un simile evento. E invece, non sarà proprio così. La capienza dell'impianto monegasco, ai fini delle gare europee, è infatti di poco superiore alle 18.000 unità: per capirci, più o meno lo stesso numero di spettatori che contengono alcuni Stadi della Lega Pro italiana.

Pubblicità
Pubblicità

A Montecarlo, lo sport che va per la maggiore, non è il calcio, ma lo shopping. Il fatto che circolino parecchi pezzi di carta di color viola (500 euro) lo si deduce dal fatto che i primi posti ad andare esauriti, in sede di vendita, sono stati quelli più cari, ovvero le tribune. I biglietti di curva, invece, sono stati la cosiddetta scelta di riserva per chi non è riuscito ad accaparrarsi i posti più prestigiosi. Il Monaco, probabilmente per la prima volta, riuscirà a giocare davanti ad uno Stadio quasi totalmente esaurito: le partite di campionato, invece, vedono solitamente gli spalti del Louis II desolatamente semi deserti.

Non perdere le ultime notizie!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa di più oppure scopri qui tutti i Canali. Ti terremo aggiornato sulle novità che non puoi perderti!
Juventus Champions League

Del resto, con 4000 abbonati, non è che si possa andare molto lontano. Solitamente lo stadio si riempie, in occasione delle partite di Ligue 1, grazie alla presenza dei tifosi ospiti.

Le richieste da parte della tifoseria bianconera sono state tantissime, ma in pochi avranno la fortuna di poter assistere al match in prima persona. Agli ospiti, infatti, spetta di norma un numero di biglietti pari al 5% della capienza totale dello Stadio. Ergo, i fortunati tifosi della Vecchia Signora presenti sugli spalti, saranno non più di 1000.

Pubblicità

Il fatto è che, pur di non vendere i tickets ai tifosi bianconeri, i monegaschi le hanno escogitate tutte, inserendo prelazioni, limitazioni, divieti, blocchi; non bastasse questo, un certo numero di biglietti è stato regalato alle aziende del luogo e delle zone limitrofe.

Sul web sono numerose le proposte di vendita dei tagliandi, anche a prezzi improponibili: il problema è che, essendo questi biglietti nominativi (intestati a persone francesi) e, non essendo possibile fare il cambio nome, chi si presenterà all'ingresso dello Stadio Louis II, rischierà seriamente di non poter entrare visto che, secondo quanto ribadito in tutte le salse dalla Società francese, i controlli saranno minuziosi ed attenti e, il nome indicato sul biglietto dovrà corrispondere perfettamente a quello riportato sul documento d'identità della persona che si presenterà allo Stadio.

Da Torino e da altre zone d'Italia, numerosi tifosi juventini partiranno alla volta del Principato senza biglietto. La speranza è che comunque, tutto vada per il meglio e non ci siano incidenti e/o problemi di ordine pubblico.

La Uefa, comunque, avrebbe dovuto vigilare meglio e soprattutto obbligare la società monegasca ad essere più trasparente e chiara nelle informazioni via via comunicate in merito alla vendita dei tagliandi; comunicazione abbastanza lacunosa e non degna di un club di livello europeo.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto