Calma! C'è un ritorno da affrontare in uno dei tempi del calcio come il Santiago Bernabeu, ma ci sono tutti i presupposti per crederci. La Juventus batte il Real Madrid, per 2-1 nella splendida e finalmente bolgia dello Juventus Stadium. A 'matare' i Campioni d'Europa in carica ci hanno pensato l'ex Alvaro Morata e Carlitos Tevez, ma andiamo a riassaporare i momenti più importanti della sfida.

La sintesi del match

Un avvio superbo dei Campioni d'Italia che appena dopo 50 secondi creano la prima palla gol, ma Vidal è poco lucido e non conclude. Morata prova il cucchiaio da centrocampo Casillas blocca con qualche preoccupazione: è il preludio al gol, Marchisio trova l'imbucata per Tevez, diagonale che l'estremo difensore spagnolo devia lateralmente dove c'è Morata che sblocca il match. Il ritmo è altissimo, gli ospiti provano a trovare subito il pareggio con Kroos, ma Buffon è reattivo. La scelta di Stefano Sturaro, anzichè Pereyra è azzeccatissima da parte di Massimiliano Allegri, l'ex Genoa è tra i migliori in campo. Intorno alla mezz'ora sale in cattedra James Rodriguez che serve un assist d'oro per Cristiano Ronaldo che non sbaglia. E' 1-1, la squadra di Carlo Ancelotti incomincia a macinare gioco e dopo pochi minuti ancora il colombiano fa tremare i tifosi bianconeri, colpendo in pieno la traversa.

Inizia la ripresa. Ed è il dejavù della prima frazione di gioco, Juventus di nuovo combattiva che prova a ritornare in vantaggio. Ci riesce: contropiede fulminante di Tevez che parte dalla sua metà campo ed arriva in area di rigore, dove viene atterrato da Carvajal, è calcio di rigore!

Dal dischetto non si presenta Vidal, bensì Carlitos Tevez che non sbaglia: è 2-1! I Galacticos le provano tutte, anche con l'innesto del Chicharito Hernandez, ma il muro bianconero regge, anche grazie all'entrata in campo di Barzagli. Nei minuti finali Llorente rischia il tris, ma finisce così.

La Juventus può sognare

Il 2-1 non è il massimo come risultato, il gol subito in casa in Champions League è sempre pericoloso. Il ritorno al Santiago Bernabeu sarà difficilissimo, ma la Juventus ha dimostrato di poter arrivare alla finale di Berlino, mostrandosi a tratti anche superiore al Real Madrid, dunque sognare o quanto meno credere nella Finale Champions League non è affatto un delitto, anzi.

Juve-Real, il tabellino

(9' Morata; 27' Cristiano Ronaldo; 58' Tevez (Rigore).

Ammoniti: Bonucci, Tevez, Vidal, Chiellini; Marcelo, Carvajal, James Rodriguez. Vuoi rimanere sempre aggiornato sulla Juventus? Clicca sul pulsante Segui, poco più in alto del titolo.