Alle 22.20 di stasera, il Milan (quasi) al completo partirà alla volta della Cina: la squadra rossonera, infatti, sarà impegnata in due amichevoli di prestigio, contro l'Inter ed il Real Madrid. Sull'aereo che porterà i rossoneri dall'altro capo del mondo, però, non saranno presenti tutti gli elementi dell'organico attualmente a disposizione dell'allenatore Siniša Mihajlović. Come anticipato dalla 'Gazzetta dello Sport', infatti, dovrebbero restare a Milano Michael Agazzi, portiere che interessa a Tolosa e Malaga, Michelangelo Albertazzi, in trattativa con Empoli, Cesena e Genoa, nonché Cristian Zaccardo.

Pubblicità
Pubblicità

In attacco, a quanto pare, saranno tagliati Simone Verdi, che potrebbe passare in settimana al Genoa per 1,5 milioni di euro, e Hachim Mastour, per il quale si cerca sempre una sistemazione, a titolo temporaneo o definitivo (in Ligue 1, piace molto a PSG e Monaco).



Verdi e Mastour, però, non saranno gli unici epurati da Mihajlović per quanto riguarda il fronte offensivo. Il desiderio del Milan infatti è sempre quello di riportare alla base Zlatan Ibrahimović, ceduto al PSG esattamente tre stagioni orsono, ma che avrebbe già trovato, grazie alle continue telefonate tra Adriano Galliani e Mino Raiola, suo procuratore, un nuovo accordo con i rossoneri sulla base di un contratto triennale da 7 milioni l'anno.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan Calciomercato

Dopo la Supercoppa francese, in programma il 1° agosto a Montreal, tra PSG e Olympique Lione, la trattativa potrà subire un'accelerata. Nel frattempo, Galliani dovrà sfoltire un reparto d'attacco che, allo stato attuale delle cose, vede anche la presenza del giapponese Keisuke Honda, del francese M'baye Niang, dello spagnolo Suso, del centravanti di riserva Alessandro Matri, di Alessio Cerci, Jérémy Ménez e dei nuovi arrivati, Carlos Bacca e Luiz Adriano.

Pubblicità

Dieci attaccanti, più uno (Ibra), per una squadra che giocherà con due punte ed un trequartista, e disputerà esclusivamente Serie A e Coppa Italia. Decisamente troppi.



Oltre alle partenze di Verdi e Mastour, quindi, è volontà della società di Via Aldo Rossi tagliare almeno altri tre giocatori. Honda dovrebbe restare, in quanto il giapponese, oltre ad essere forse l'unico vero trequartista di ruolo, è anche uomo-marketing sul mercato asiatico.

Su Niang e Suso, che interessano entrambi al Genoa, è calato il veto di Mihajlović, convinto delle loro qualità e del loro impegno sin dalle prime amichevoli stagionali. Per forza di cose, i sacrificati saranno Matri, Cerci ed anche Ménez. Alessandro Matri interessa, moltissimo, alla Sampdoria: i blucerchiati potrebbero difatti perdere Stefano Okaka, destinato alla Ligue 1 francese (Rennes o Saint-Etienne) e vogliono l'ex juventino. Il Milan ci pensa seriamente, così come pensa di lasciar libero Alessio Cerci di trovare una nuova sistemazione: sull'esterno di Valmontone, come rivelato dal 'Corriere della Sera', c'è il Genoa, ma, stando a quanto riportato poi stamattina da 'Tuttosport', Cerci preferirebbe tornare al Torino dal suo mentore Giampiero Ventura.

Pubblicità

Infine, Ménez, che piace tanto al Liverpool, pronto ad offrire 15 milioni al Milan ed al Monaco, dove andrebbe a giocare nuovamente con Stephan El Shaarawy.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto