Fiorentina, Empoli e Inter. Queste sono le prime tre avversarie per il nuovo Milan di Sinisa Mihajlovic. La squadra viola, complice la qualità del suo nuovo allenatore, Paulo Sousa, sta dimostrando tutto il suo valore e la sua voglia di fare bene in questo precampionato. La prima giornata contro i viola, tra l'altro, si giocherà all'Artemio Franchi di Firenze.

Dopo la squadra del presidente Della Valle, il Milan affronterà il nuovo Empoli, orfano di Sarri e di Valdifiori, nella prima uscita casalinga.

Pubblicità
Pubblicità

Un debutto che sulla carta appare semplice, una partita da vincere per convincere i tifosi, e non solo, che la musica è davvero cambiata. Lo scorso anno la compagine, quest'anno tra le mani di mister Giampaolo, riuscì a pareggiare sia in casa del Milan (1-1), sia ad Empoli (2-2).

Alla terza giornata, mentre l'estate sta finendo, il calendario della Serie A, per la stagione 2015/2016, presenta il derby di Milano. Formalmente è l'Inter che gioca in casa ma San Siro, complice la campagna acquisti di ambedue le squadre, sarà sicuramente "soldout". Mihajlovic è pronto per affrontare la sua ex squadra e il suo amico Roberto Mancini.

Derby Precampionato: ecco come sono messe le milanesi

Il Milan non ha ancora dimostrato il suo valore nel precampionato: le vittorie contro Alcione e Legnano non hanno una vera rilevanza dal punto di vista tecnico. La sconfitta contro il Lione ha invece mostrato quanto la squadra rossonera sia indietro, rispetto ai francesi, sulla preparazione fisica. Il derby milanese "Made in China" di qualche giorno fa è stato conquistato dal Milan, grazie al grande gol di Mexes (1-0).

Pubblicità

L'Inter non se la sta cavando molto bene nella tourneè estiva. Prima la sconfitta con il Bayern Monaco per 1-0, poi, come detto, la sconfitta nel derby cinese e ,per ultima, la"batosta" contro il Real Madrid (3-0). Un inizio abbastanza deludente per i cugini nerazzurri, anche se, e questo va detto, hanno incontrato avversari forti come il Bayern Monaco di Guardiola e i "Galacticos" di Benitez.

Calendario Serie A: gli appuntamenti difficili

Dalla quarta giornata, fino all'ottava, il Milan affronterà quattro squadre davvero toste: il Palermo, l'Udinese, il Genoa e il nuovo Napoli di Sarri.

Una serie di partite davvero complesse, sulla carta non sono le favorite per la lotta alla Champions League (a parte la squadra partenopea) ma, soprattutto, la squadra di Gasperini e il Napoli stesso, saranno un osso duro per la nuova compagine rossonera dell' allenatore serbo.

Approfondendo il calendario, notiamo una serie di partite, dalla quindicesima alla diciottesima giornata, che il Milan dovrà, assolutamente, vincere. La squadra del presidente Berlusconi affronterà le tre neopromesse: prima il Carpi, poi l'Hellas Verona, infine Frosinone e Bologna.

Pubblicità

Quattro partite nell'ultima parte di stagione che portano il Milan ad una partita che, potenzialmente, può essere fondamentale per la stagione: quella contro la Roma di Garcia, nella città eterna (nel girone di andata).

Il Milan affronterà, della serie "incontri difficili", prima la Lazio e poi la Juventus con una sola partita a dividere i due incontri "clou" del campionato. La giornata in mezzo ai duo fuochi (Lazio e Juve) si giocherà contro l'Atalanta.

Pubblicità

La squadra bergamasca è, storicamente, una delle "piccole" bestie nere del Milan.

Il calendario del Milan non è semplice nella prima parte di stagione, per poi migliorare e respirare nell'ultima parte dove dovrà, assolutamente, fare più punti possibili. Il campionato è, nella testa di tutti, già iniziato.

Leggi tutto