Tatarusanu una sicurezza, una difesa che balla (se giochiamo per il 3' anno di fila con un centrale mediocre adattato a terzino, Tomovic, sarebbe gravissimo) nel primo tempo e migliora nella ripresa, già tante soluzioni a centrocampo, un Joaquin immarcabile che sembra avere 10 anni di meno (lui continua ad essere possibilista ad ogni soluzione sul suo futuro, ma questo va messo assolutamente nella lista degli incedibili!) e Bernardeschi migliore in campo, non soltanto per i 2 splendidi goal decisivi realizzati in apertura, ma anche per il sacrificio, la corsa ed i recuperi garantiti per tutti e 90 i minuti della partita: è questa la nuova Fiorentina, ma ancora tutta in costruzione, che ha battuto i campioni d'Europa del Barcellona in amichevole ieri sera all'Artemio Franchi.

Pubblicità
Pubblicità

Il protagonista assoluto di questo pre-campionato della Viola è comunque senza dubbio Paulo Sousa. Senza Neto, Gomez, Salah, Aquilani, Pizarro, Richards, Savic ceduti o svincolati, Mati Fernandez ancora non utilizzabile, e con i neo-acquisti out (Gilberto, Astori) o ancora a mezzo servizio (Mario Suarez), ed almeno ancora 4-5 acquisti da effettuare, ha già impressionato tutti per il gioco, la grinta, la voglia ed il pressing da subito inculcati alla squadra.

Complimenti davvero!

Pagelle

Tatarusanu 7=: sempre sicuro.

Tomovic 5++: l'impegno come al solito non manca, ma i mezzi tecnici a disposizione sono scarsi, soprattutto a confronto di un avversario del genere.

Gonzalo Rodriguez 6-: in grossa difficoltà come tutta la difesa nel primo tempo, migliora molto nella ripresa, salvando anche un goal pazzesco.

Roncaglia 6: in difficoltà nel primo tempo, prestazione positiva nella ripresa quando salva anche una rete.

Pubblicità

Pasqual 6: senza infamia e senza lode.

Borja Valero 6+: parte alla grande confezionando il primo goal di Bernardeschi con un tunnel a Busquets ed un susseguente assist al bacio.

Badelj 6++: utile in mezzo al campo.

Joaquin 7-: a tratti imprendibile.

Ilicic 6+: positivo.

Bernardeschi 8: 2 bei goal e lampi di classe nonostante la tanta corsa al servizio della squadra.

Babacar 5,5: ancora imballato, avendo iniziato in ritardo la preparazione dopo diversi mesi di stop a causa di guai muscolari.

Alonso 6: fa il suo nei minuti a disposizione.

Bagadur n.g.

Mario Suarez 6+: fisicità e buona tecnica.

Vecino 6++: buon impatto sulla gara.

Rebic 6+: pochi minuti, ma di buona vivacità.

Giuseppe Rossi 6+: un goal fallito, ma anche tante aperture e giocate da campione convalescente.

Paulo Sousa 7+: una squadra ad oggi composta da calciatori che l'anno scorso sarebbero stati impiegati almeno per il 50% come riserve, ma che riesce a costruire gioco, mantenendosi corta, ordinata e compatta in meno di un mese di lavoro, è tutto merito suo, senza dubbio.

Pubblicità

Leggi tutto