Il Milan batte 2-1 l'Empoli nell'anticipo della seconda giornata di Serie A mettendo in cascina iprimi tre punti e riscattando la sconfitta bruciante di Firenze. Tuttavia sono pochi gli spunti positivi dell'incontro e la sensazione è che ci sia molto su cui lavorare.

Botta e risposta, 1-1 all'intervallo. Fischi di San Siro

Mihajlovic manda in campo il Milan con il consueto 4-3-1-2, Zapata sostituisce lo squalificato Ely, mentre Nocerino e Suso rilevano nell'11 di partenza rispettivamente Bonaventura e Honda, per il resto uomini confermati con Bacca ed Adriano bocche da fuoco là davanti.

L'Empoli si schiera in maniera speculare, con il peso dell'attacco sulle spalle del trio Saponara-Maccarone-Pucciarelli. Dopo una prima fase di studio arriva l'episodio che accende la partita: giocata di Luiz Adriano che consegna a Bacca il pallone, il colombiano brucia Barba e supera Skorupski, depositando in rete. 1-0 e San Siro in festa. La gioia dura poco però, perché l'Empoli non si scompone e quattro minuti dopo trova il pareggio: tacco sublime di Maccarone a liberare Saponara, tiro secco sul primo palo e pareggio. Doccia gelata.

Gli uomini di Giampaolo prendono fiducia, mentre ilMilanpiano piano cala di intensità. Così, sul finire della prima frazione, gli ospiti sfiorano il clamoroso vantaggio: al 45' Pucciarelli colpisce con un tiro strozzato in area che fa la barba al palo. Poco dopo Giacomelli manda tutti negli spogliatoi e San Siro fa sentire tutto il proprio dissenso con fischi assordanti.

Ripresa in apnea, decide Adriano

Nella ripresa Mihajlovic prova a scuotere la squadra mettendo subito in campo Kucka per un apatico Nocerino, incomprensibilmente schierato titolare, ma è sempre l'Empoli ad essere più propositivo, tanto che Croce costringe Diego Lopez ad una respinta con i pugni su una conclusione dalla distanza.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan

Il Milan prova ad alzare il baricentro e Sinisa getta nella mischia anche il grande escluso Bonaventura. Tuttavia la sensazione è che le idee scarseggino e Bacca e Adriano sono costretti spesso a correre a vuoto. Al 62' Michelidze rileva Maccarone e poco dopo la partita si infiamma: Saponara pescaPucciarelli in profondità, ma l'attaccante non arriva in tempo sul pallone. Sul capovolgimento di fronte Skorupski è costretto ad uscire con i piedi su Luiz Adriano, rischiando persino il penalty.

Le squadre sono di colpo allungate per la stanchezza e si creano spazi inaspettati. Al 69' l'episodio che cambia di nuovo volto alla gara: calcio d'angolo battuto da Bonaventura, Skorupski esce male e Luiz Adriano, con un grande stacco, lo anticipa depositandoin rete il nuovo vantaggio rossonero.l'Empoli prova a spingersi alla rinfusa in avanti, cercando sempre le soluzioni per vie centrali e trovando inevitabilmente gli spazi intasati.

Il Milan da par suo spreca qualche contropiede di troppo e pare in difficoltà a centrocampo. Girandola di cambi: dal 76' Maiello sostituisce Dioussé, poi Barba e Bertolacci, infortunati, fanno spazio a Costa e Poli. È rimandato, dunque, l'esordio di Balotelli. Il Milan si difende con quasi tutti gli effettivi. Giacomelli assegna 3 minuti di recupero, da vivere con il fiato sospeso per San Siro. Non succede più niente.

Il triplice fischio è una liberazione. Mihajlovic può respirare, ma la sensazione è che la stagione potrebbe rivelarsi molto difficile, a centrocampo urgono uomini di qualità ed il tempo per muoversi stringe, mentre quello che porta sul banco degli imputati è sempre dietro l'angolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto