Una vittoria per dimenticare la sconfitta di Firenze contro la Fiorentinae per mettere nuovo fieno in cascina.Una vittoria per alimentare l'entusiasmo del popolo genoano che, nella giornata di domenica, affollerà in massa il Luigi Ferraris per la difficilissima sfida contro la Juventus allenata da Massimiliano Allegri. Urge fare punti, ma soprattutto uscire dal campo con la maglia fradicia, con le gambe pesanti dalla fatica, con la testa su di giri per la tensione della sfida, per ripagare con una prestazione da veri grifoni, i cori della gloriosa Gradinata Nord.

È ciò che il tifosorossoblu si aspetta; lo sa bene Issa Cissokho, che vuole vedere il suo Genoa vincerecontro la temibile vecchia signora, in una delle sfide più affascinanti - e allo stesso tempo complicate - dell'intero campionato.

"Tutte le partite del campionato sono importanti, ci stiamo preparando scrupolosamente per l'incontro di domenica contro la Juventus, vogliamo arrivarci al meglio. La Serie A è un campionato molto tattico ma anche in Francia ci sono società con grande potenziale". L'esterno dei rossoblu dovrà mettere a disposizione della squadra la sua velocità e la sua determinazione, armi considerate molto importanti da mister Gianpiero Gasperini: "Per me è fondamentalesentire la fiducia dell'allenatore e della società.

Biosgna rispettare le esigenze del coach e avere la mentaltà giusta. L'ambiente qui è fantastico, mi trovo davvero benissimo. Devo ringraziare De Maio che facilita la strada a noi francesi". Su Gakpè, già compagno di squadra al Nantes: "Eravamo compagni di camera, per fortuna esistono i tappi per le orecchie perché russa moltissimo".

Allenamento, relax e buonumore. Secondo Issa Cissokho questi sono i valori fondamentali ai quali appigliarsi per raggiungere dei traguardi importanti: "Non potevo chiedere di meglio del Genoa. Ho trovato dei compagni fantastici, la città mi piace moltissimo, adoro il mare perché mi rasserena e mi fa stare bene. Ho una moglie e una figlia di pochi mesi, loro sono la mia felicità".